Cronaca

Lupiae servizi, il Comune di Novoli si tira fuori

Con il 3 per cento delle quote (il 97 per cento è del Comune di Lecce), la giunta guidata da sindaco Oscar Marzo Vetrugno delibera l'uscita dalla società mista. Domani l'approvazione in Consiglio

L'atto di indirizzo approvato dalla giunta comunale di Novoli guidata dal sindaco Oscar Marzo Vetrugno è chiarissimo: uscire dalla Lupiea servizi, la società compartecipata con il Comune di Lecce, dove il Comune di Novoli è azionista, ma lo sarà praticamente fino a domani, con il solo 3 per cento della quote (il 97 per cento è infatti dell'amministrazione di Palazzo Carafa). "Non abbiamo più interesse a far parte della società mista - spiega il primo cittadino di Novoli - dato che fino ad ora la società ha garantito a Novoli solo lo smaltimento dei rifiuti. Visto che il prossimo 30 settembre scade il contratto con il quale ci veniva fornito il servizio, abbiamo pensato di indire un nuova gara d'appalto e procedere per conto nostro. Così - aggiunge - dopo l'approvazione di questo atto di indirizzo da parte della giunta, chiederemo domani in Consiglio comunale l'approvazione definitiva. Ovvio che la decisione è stata anche presa proprio per evitare che la delicata situazione in cui versa la Lupiae possa ricadere sul Comune di Novoli"

In una nota, poi, Gianmaria Greco, vice sindaco e assessore all'Ambiente spiega: "Con l'atto di indirizzo con cui la giunta comunale ha inteso avviare il procedimento per uscire dalla Lupiae Servizi, e che ci auguriamo venga votato dalla più ampia maggioranza dell'assise comunale, si chiude un fase molto complessa, che ha suscitato numerose polemiche nel corso degli anni e diverse interpretazioni tecniche e contabili. Le continue perdite societarie unitamente ai servizi non sempre soddisfacenti - aggiunge - hanno da tempo fatto maturare in seno all'amministrazione la decisione di uscire dalla società".

"L'occasione di mettere in atto tale proposito è stabilita dall'assemblea dei soci convocata per il giorno 27.09.07, per l'approvazione del Bilancio Consuntivo 2007. Infatti se il Comune di Novoli non si dovesse presentare in assemblea, all'atto della ricostituzione del capitale sociale, il socio di maggioranza diventerebbe legittimamente l'unico responsabile del ripianamento e quindi l'unico proprietario dell'intero pacchetto azionario. E l'azzeramento delle quote di partecipazione assorbite dal socio di maggioranza sanciscono di fatto l'uscita dalla Lupiae del Comune di Novoli".

Per quel che riguarda nel dettaglio la nuova fase inerente il servizio di raccolta dei rifiuti a Naovoli, l'assessore Greco puntualizza: "L'amministrazione intende promuovere una fase sperimentale di sei mesi per realizzare una raccolta differenziata "spinta" porta a porta, promuovendo presso l'intera cittadinanza un sistema interamente rinnovato per la gestione dei rifiuti e del riciclo degli stessi.

Tale decisione - chiarisce - si propone come obiettivo a medio lungo termine di ad arrivare alle percentuali di raccolta auspicate dal Commissario Straordinario per gestione dei rifiuti in Puglia e nel breve periodo di superare le mortificanti percentuali dell'attuale differenziata. Le numerose lamentele da parte della cittadinanza inerenti i servizi offerti dalla Lupiae in questi anni, e culminati con diverse sanzioni per inadempienze contrattuali - conclude - hanno contribuito a segnare un notevole scollamento tra una parte dell' utenza e le istituzioni, ma l'Amministrazione è da tempo al lavoro per superare tutte le difficoltà e garantire alla cittadinanza i migliori servizi possibili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupiae servizi, il Comune di Novoli si tira fuori

LeccePrima è in caricamento