Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Motociclista non si ferma all'alt, getta involucro con un chilo di "erba" e fugge

E' riuscito a fare perdere le tracce un centauro che durante la notte non si è fermato all'Alt imposto dai carabinieri mentre percorrera la statale 275. Prima si è disfatto della droga, poi è scattao un breve tallonamento ma inutilmente. Indagini in corso

SCORRANO – La targa era illeggibile, forse a causa della scarsa illuminazione, o forse perché volutamente resta tale per non lasciare indizi che avrebbero potuto ricondurre a lui. E poi quel colpo di acceleratore che il centauro ha voluto dare alla moto di grossa cilindrata di cui era alla guida quando si è visto intimare l’alt dai carabinieri.

Insomma, dopo un breve inseguimento, i militari non ci hanno messo poi molto a capire che il comportamento del misterioso motociclista, ancora senza volto, aveva un senso: durante la fuga si era disfatto di un pacco contenente 1 chilo di marijuana.

Tutto è accaduto durante la nottata, quando i carabinieri della stazione di Scorrano, impegnati in un normale servizio di controllo stradale, hanno notato una moto di grossa cilindrata, di colore scuro, con la targa illeggibile, percorrere a tutta velocità la Statale 275, in direzione Botrugno. Insospettiti della guida del motociclista, hanno intimato l’Alt con lo scopo di procedere ad un controllo dei documenti.

Ma un attimo dopo, il centauro non ha perso tempo per disfarsi di un involucro, gettandolo ai margini della carreggiata, gesto che ai militari non è sfuggito; quindi ha accelerato con il chiaro intento di fare perdere le tracce. Nonostante un breve inseguimento, il motociclista è riuscito a dileguarsi percorrendo le strade vicinali.

I militari hanno comunque  recuperato l’ involucro contenere oltre 1 chilo di marijuana, già essiccata, pressata ed imballata. Indagini in corso per risalire alla targa della moto e al conducente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motociclista non si ferma all'alt, getta involucro con un chilo di "erba" e fugge

LeccePrima è in caricamento