Cronaca Martano

Malore improvviso mentre si allena, runner muore a soli 41 anni

È successo in una zona di campagna intorno a Martano questa mattina presto. Era in gruppo e subito sono stati richiesti soccorsi. Sul posto il 118, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. Salma riaffidata alla famiglia

Foto di repertorio.

MARTANO – Stava correndo insieme a un gruppo di altre persone, un allenamento in una zona di campagna intorno a Martano, suo comune di residenza. All’improvviso, si è accasciato al suolo, colto da un malore. E, purtroppo, non c’è stato più verso di rianimarlo. Un infarto, molto probabilmente, la causa della morte di Massimo Caracuta. Aveva soltanto 41 anni.

La tragedia s’è verificata questa mattina presto (non a metà mattinata, come riportato nella prima versione, Ndr). Caracuta non era solo quando all’improvviso ha avuto un mancamento. Stava correndo con un gruppo di altre persone. Si trovavano lungo strada vicinale Guidini, una zona di aperta campagna, che s’incontra lasciandosi dietro la strada provinciale 147, poco dopo il monastero di Santa Maria della Consolazione.

Subito è stato richiesto intervento di soccorso ai numeri d’emergenza ed è arrivata un’ambulanza del 118, ma, purtroppo, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche i carabinieri della stazione di Martano che hanno contattato il pubblico ministero di turno, Paola Guglielmi. Quest’ultima ha disposto la restituzione della salma di Caracuta, che a Martano era noto per la sua attività di tatuatore, alla famiglia.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore improvviso mentre si allena, runner muore a soli 41 anni

LeccePrima è in caricamento