menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La cocaina in cassaforte e quel viavai davanti casa: una coppia finisce in arresto

Fermati marito e moglie di Merine: avevano 106 dosi di sostanza. A Specchia, invece, per marijuana finisce nei guai un 19enne

LECCE– I valori più importanti erano custoditi in due piccole casseforti nella camera matrimoniale. E i valori più importanti, nel loro caso, coincidevano con la droga. Cocaina, principalmente. I carabinieri della Sezione radiomobile di Lecce, che da giorni tenevano d’occhio un’abitazione di Merine, frazione di Lizzanello, visto l’incessante viavai anche da alcuni paesi vicini, ne hanno scovate ben 106 singole dosi. In tutto, 203 grammi. Quantitativo notevole, per lo smercio al dettaglio, visto il tipo di sostanza. Altro stupefacente rinvenuto, hashish, ma in misura inferiore, 24 grammi.

Artefice del giro, secondo gli investigatori della Sezione radiomobile della compagnia di Lecce, Ugo De Mitri e Simona Tornese, entrambi 43enni. I militari si sono appostati in zona per verificare ogni movimento e ieri sera sono passati all’azione avvalendosi anche del supporto colleghi della stazione di Lizzanello e di un’unità cinofila della guardia di finanza. L’hanno fatto quando erano ormai certi che nella villetta avrebbero trovato ciò che cercavano.

Davanti all’irruzione improvvisa, De Mitri e Tornese non avevano molte chance. Così, s’è preferito collaborare e indicare dove si trovasse la sostanza. Nel corso della perquisizione, oltre a cocaina e hashish, i carabinieri hanno sequestrato anche 585 euro in contanti, materiale per il confezionamento, due bilancini, ma anche cellulari e appunti da sondare con attenzione. Potrebbero svelare l’entità del giro d’affari con maggior precisione. Sentito il pubblico ministero Roberta Licci, Ugo De Mitri è finito in carcere, la consorte ai domiciliari. Sono difesi dell’avvocato Federica Conte.

Specchia, marijuana: arrestato 19enne

Un altro arresto, sempre per spaccio di stupefacenti, l’hanno eseguito i carabinieri della stazione di Specchia nel corso della notte. Nei guai è finito un giovane di 19 anni, Danilo Mammolo. I carabinieri, in questo caso, dopo aver individuato il 19enne che si muoveva a piedi, tradendo un atteggiamento che li ha insospettito, l’hanno fermato, perquisendo lui e la sua autovettura. Trovando 97 grammi di marijuana suddivisa in otto involucri termosaldati, un bilancino elettronico e un grinder. Tutto sequestrato. Il giovane è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari.

arresto droga Specchia-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento