Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Castrignano del Capo

Vandali in azione, una truffa e un tentato furto: ore di intervento per i carabinieri

A Castrignano del Capo denunciati 3 studenti; a Casarano arrestato un un uomo originario del Marocco; una donna denunciata a Gallipoli per un tentato furto ed Aradeo beccate due persone che avevano pianificato una truffa

CASTRIGNANO DEL CAPO - Denunce e arresti: questo il risultato delle attività svolte dai carabineri in diverse località del Salento. I militari di Castrignano del Capo hanno denunciato a piede libero 3 ragazzi per danneggiamento e vilipendio della Repubblica, delle istituzioni e delle forze armate. Si tratta di uno studente nato nel 2013, un altro nato nel 2006 e un terzo ragazzo nato nel 2004.

I tre si sono introdotti nell'abitazione privata di una donna di Patù, imbrattando i muri con immagini oscene e frasi offensive rivolte alle forze di polizia, per mezzo di una vernice spray. Ma non è finita qui, perché i giovani hanno anche danneggiato diversi mobili e rovesciato sulle suppellettili il contenuto di alcuni detersivi in polvere. Il danno provocato ammonta a 2mila euro e non è coperto dall'assicurazione.

Come se non bastasse, i giovani hanno filmato la scena e pubblicato i video sui social network. Proprio grazie a questi filmati, ormai in rete, i militari sono riusciti a individuare i responsabili e li hanno denunciati.  

Le operazioni dei carabinieri hanno toccato anche Gallipoli. Presso un lido della località Baia Verde, infatti, si è consumato un tentato furto. La vittima è uno studente di 21 anni che ha sorpreso una 34enne di Bollate (Milano) nell'atto di impossessarsi del suo zaino, lasciato incustodito.

La donna è stata accompagnata a bordo dell'auto dei militari e condotta nella caserma di Gallipoli allo scopo di identificarla. La giovane però ha opposto resistenza perché non intendeva salire a bordo del mezzo. In più ha aggredito un militare, mordendolo: quest'ultimo ha dovuto far ricorso alle cure dei medici dell'ospedale “Sacro Cuore”; la sua prognosi è di 5 giorni. La donna è stata invece denunciata per tre reati: tentato furto, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

A Casarano i carabinieri hanno arresto un uomo nato in Marocco nel '79, Kard Jawad, colto in flagranza dei seguenti reati: minacce, minacce a pubblico ufficiale e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari sono intervenuti su segnalazione, all'interno di un bar cittadino. Qui hanno trovato l'uomo che minacciava il titolare del bar e un altro cliente. Alla vista dei militari, Kard Jawad è andato su tutte le furie: prima ha minacciato i carabinieri e poi è fuggito. I militari lo hanno inseguito, sono riusciti a bloccarlo e hanno accompagnato l'uomo negli uffici competenti. Jawad è stato poi condotto presso il carcere di Borgo San Nicola a Lecce.

Un altro intervento ha toccato invece Aradeo. Qui i militari, partendo da una querela, hanno denunciato due persone per truffa: R.F., nato a San Giovanni Rotondo (Foggia) nel 1999 e residente da Orta Nova (Foggia) e L.C., classe 1983, residente a Cerignola (Foggia).

I due erano stati denunciati da una persona che, per tramite di un sito tedesco di vendite online, ha contrattato l'acquisto di tre automobili. Le utilitarie erano custodite presso una società inesistente, che doveva avere sede a Noventa Padovana (Padova). Ha quindi versato 7mila 391 euro su una carta ricaricabile postepay ma le vetture acquistate non sono mai arrivate.

La macchina investigativa si è messa in moto e ha identificato sia l'intestatario della postepay, R.F., sia l'intestatario della carta dell'istituto bancario, L.C: entrambe le carte erano state utilizzate per incassare i proventi illeciti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali in azione, una truffa e un tentato furto: ore di intervento per i carabinieri

LeccePrima è in caricamento