Cronaca Via Mariano Cosimo

Rapina in tabaccheria: 27enne incastrato dal maglione usato per ricavare i cappucci

Marco Cimmina, 27enne, è stato condotto questa mattina presso la casa circondariale di Lecce. Il giovane, di Monteroni di Lecce, è ritenuto responsabile di una rapina consumata il 20 aprile scorso nella tabaccheria "Zizzari" di Copertino. In casa trovato un indumento che l'ha inchiodato

La tabaccheria rapinata (foto di Antonio Quarta).

MONTERONI – Galeotto fu il maglione. Marco Cimmina, 27enne, è stato condotto questa mattina presso la casa circondariale di Lecce. Il giovane, di Monteroni di Lecce, è ritenuto responsabile di una rapina consumata il 20 aprile scorso a Copertino. Secondo i carabinieri della tenenza copertinese, sarebbe uno dei tre individui che quella sera, intorno all’orario di chiusura, assaltarono la tabaccheria “Zizzari” al civico 81 di via Cosimo Mariano. I malviventi si presentarono armati di fucile e portarono via oltre 3mila euro. Fuggirono a bordo di una Fiat Panda.

Poco meno di sette mesi dopo, dunque, sono scattate le manette. Le indagini sono state lunghe, ma in parte fruttuose perché hanno permesso di incastrare uno dei presunti autori, grazie al rinvenimento di un indumento usato quel giorno. Dalle maniche ritagliate sarebbero stati ricavati i cappucci usati per nascondere i tratti somatici.

L’indagine, come spesso accade, è partita dall’analisi dei filmati di diversi sistemi di videosorveglianza, sia quello della tabaccheria, sia di alcuni locali commerciali nelle vicinanze. Grazie a questi i militari sono riusciti ad accertare prima di tutto l’auto usata per l’assalto, una Fiat Panda bianca, in seguito ritrovata abbandonata nelle campagne intorno a Lizzanello. Ovviamente era stata rubata in precedenza.

CIMMINA MARCO-2I rapinatori hanno fatto un errore, però: nell’auto hanno lasciato parte degli indumenti utilizzati per la rapina, tra cui proprio i passamontagna ricavati dalle maniche di un maglione. Passati all’analisi del traffico telefonico della zona della tabaccheria, ai carabinieri è poi apparsa strana la presenza di Cimmina a Copertino sia la sera della rapina, sia due giorni prima. Il giovane, peraltro già noto alle forze dell’ordine e disoccupato, non aveva apparentemente alcun motivo di recarsi in quel comune, non avendo parenti e neanche amici o semplici conoscenti.

Le indagini si sono quindi concentrate su di lui e, nel corso di una perquisizione in casa, è stato trovato proprio il maglione, con le maniche tagliate, da cui sarebbero stati ricavati i passamontagna. I carabinieri della tenenza di Copertino hanno quindi richiesto l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare. Il gip Annalisa De Benedictis, concordando con l’esito delle indagini, ha emesso l’ordinanza per la quale è scattato l’arresto del 27enne. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in tabaccheria: 27enne incastrato dal maglione usato per ricavare i cappucci

LeccePrima è in caricamento