Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Furto d'auto, vittima risarcita e in due patteggiano otto mesi di reclusione

Michele Pati, 24enne, e Matteo Bisconti, 25 anni, di Monteroni, avevano inutilmente tentato la fuga, dopo aver rubato una Panda a San Pietro in Lama. Erano stati intercettati da una pattuglia dei carabinieri della tenenza di Copertino e posti in arresto. La sentenza del giudice Malagnino

LECCE – Dalla vicina Monteroni si erano recati a San Pietro in Lama per rubare un’auto. Ma avevano avuto la sfortuna di incrociare una pattuglia dei carabinieri della tenenza di Copertino (guidati dal luogotenente Salvatore Giannuzzi), che avevano subito notato una Fiat Panda procedere, alle 4 di quella mattina, a tutta velocità a fari spenti e nel senso di percorrenza opposto.

Michele Pati, 24enne, nato a Lecce ma residente a Monteroni e Matteo Bisconti, 25 anni, nato a Copertino e anche lui residente a Monteroni avevano inutilmente tentato la fuga. Dai controlli era merso che la Fiat Panda era stata rubata pochi minuti prima a San Pietro in Lama. A bordo dell’auto i militari trovarono gli attrezzi da scasso usati per il furto, nonché l’estrattore utilizzato per far partire l’auto forzando il sistema di accensione.

Oggi, a meno di un mese da quella notte turbolenta, i due, assistiti dall’avvocato Massimo Bellini, hanno patteggiato una condanna a otto mesi di reclusione. La sentenza è stata emessa dal giudice Fabrizio Malagnino, dopo il parere favorevole del pubblico ministero Roberta Licci, scaturito anche dal fatto che gli imputati hanno provveduto a risarcire la vittima. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto d'auto, vittima risarcita e in due patteggiano otto mesi di reclusione

LeccePrima è in caricamento