Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Morì dopo una caduta dal letto, via agli accertamenti tecnici

Oggi il pm Paola Guglielmi ha affidato l'incarico a due esperti di accertare le cause del decesso del 67enne Walter Paladini, nell'ambito dell'inchiesta che vede indagati 17 "camici bianchi"

LECCE - Quali sono state le cause della morte di Walter Paladini di Surbo, avvenuta il 4 novembre 2014, qualche giorno dopo essere caduto dal letto nel Crap (una delle Comunità riabilitative assistenziali psichiatriche del Dipartimento di salute mentale) di Strudà, dove era ospite?

Il personale sanitario del Crap e l'equipaggio del 118 che trasportò il paziente nell'ospedale di Galatina ebbero delle responsabilità nel decesso? Sono queste le domande alle quali dovranno rispondere il medico legale Roberto Vaglio e lo psichiatra Domenico Suma nella consulenza disposta dal pubblico ministero Paola Gugliemi.

Questa mattina, il magistrato - titolare dell'inchiesta aperta in seguito della denuncia dei fratelli del 67enne che vede indagati i 17 “camici bianchi” in servizio nelle strutture dove fu ospite l'uomo - ha nominato gli esperti che entro sessanta giorni dovranno esaminare la documentazione già acquisita nel fascicolo e altri documenti necessari a stabilire la verità. 

Agli accertamenti, che inizieranno il 7 aprile nel poliambulatorio di “Villa Bianca”, parteciperanno anche i consulenti Alberto Tortorella e Serafino De Giorgi, scelti da alcuni degli indagati, e lo specialista Saverio Caruso di Torino per conto della famiglia Paladini (assistita dall'avvocato Monica Vinci).

Gli indagati sono assistiti dagli avvocati Michele Reale, Luigi Covella, Marco Doria, Pierluigi Dell'Anna, Germana e Mirca Spedicato e Alessandro Calò.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì dopo una caduta dal letto, via agli accertamenti tecnici

LeccePrima è in caricamento