Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Morte sospetta di una donna quindici giorni dopo l'intervento, indaga la magistratura

Sarà la Procura della Repubblica, con ogni probabilità, a fare luce sulle cause della morte di una donna di 51 anni, Marcella Marcucci, docente presso un istituto di Copertino, sua città natale. Due settimane fa era stata sottoposta a un intervento chirurgico

LECCE – Sarà la magistratura, con ogni probabilità, a fare luce sulle cause della morte di una donna di 51 anni, Marcella Marcucci, docente presso un istituto di Copertino, sua città natale. La donna era stata sottoposta, circa quindici giorni addietro, a un delicato intervento chirurgico presso l'ospedale "San Giuseppe".

Ieri, improvvisamente, le condizioni della 51enne si sono aggravate. La donna ha accusato un malore, tanto da costringere i suoi parenti a chiamare il 118, affinché fosse accompagnata questa volta presso il "Vito Fazzi" di Lecce. Il quadro clinico della Marcucci è parso subito grave, tanto da giungere al decesso per arresto cardio-circolatorio.

Una morte tanto improvvisa quanto inaspettata, che ha spinto i famigliari della vittima a recarsi presso gli uffici della questura di Lecce per sporgere denuncia, evidenziando possibili relazioni tra l’intervento e la morte della loro cara.

L’esposto è finito sulla scrivania del magistrato di turno, il sostituto procuratore Roberta Licci, che ha aperto un fascicolo a carico di ignoti. Nelle prossime ore il pubblico ministero dovrebbe conferire al medico legale l’incarico di eseguire l’autopsia sul copro della donna e disporre il sequestro delle cartelle cliniche. Accertamenti necessari a stabilire cause e modalità del decesso e fugare ogni dubbio su una more dai contorni poco chiari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte sospetta di una donna quindici giorni dopo l'intervento, indaga la magistratura

LeccePrima è in caricamento