Insegnante muore dopo due mesi di ricovero in ospedale: indagati 24 medici

Il fascicolo aperto dopo la denuncia del figlio di Giuliana Nocera, la 78enne di Nardò deceduta nel nosocomio di Gallipoli lo scorso 3 ottobre. Nelle prossime ore, si procederà con l’autopsia

GALLIPOLI - Sono 24 i medici indagati per la morte Giuliana Nocera, 78enne di Nardò, avvenuta nell’ospedale di Gallipoli il 3 ottobre scorso, dove era stata ricoverata due mesi prima per problemi al fegato. “L’iscrizione” nel fascicolo aperto, con l’ipotesi di omicidio colposo, dal pubblico ministero Paola Guglielmi, in seguito alla denuncia sporta dal figlio della donna è un atto dovuto, per consentire agli stessi indagati di poter partecipare ad atti irripetibili come l’esame necroscopico. Nelle prossime ore, il magistrato conferirà il compito di svolgere tutti gli accertamenti, partendo proprio dall’autopsia, finalizzati a chiarire le cause del decesso, al medico legale Roberto Vaglio.  

Dal mancato apporto di alcuni specialisti al mancato ricovero nel reparto Rianimazione, sono questi alcuni punti messi nero su bianco nella denuncia sporta dal familiare, assistito dall’avvocato David Dell’Atti.

Starà alla magistratura chiarire se ci siano state negligenze da parte dei medici che ebbero in cura la donna, tali da provocarne la morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento