Cronaca Otranto

Nel porto navi "fantasma": niente bandiera e documenti

Sequestrate nel porto di Otranto due imbarcazioni dirette a Spalato. La Guardia costiera ha scoperto che le imbarcazioni erano prive di bandiere e documenti. Denunciati anche i rispettivi comandanti

Una delle imbarcazioni sequestrate.

Dal porto di Goia Tauro, con tappa a Otranto, in direzione del porto di Spalato, in Croazia. Questa la rotta che due imbarcazioni avrebbero dovuto seguire se non fosse che le unità navali in questione sono risultate ai militari della Guardia costiera di Otranto prive di bandiera, dei segni distintivi e dei documenti di bordo. Natanti "fantasma" che poco prima di prendere i largo dal porto di Gioia Tauro, era stati sbarcati da una nave porta-containers che giungeva da Sidney.

A quanto è dato di sapere, l'equipaggio, di nazionalità croata, contravvenendo alle normative sia nazionali che internazionali sui segni distintivi che abilitano un nave alla corretta navigazione, avrebbe lasciato incautamente Gioia Tauro senza preoccuparsi di farsi autorizzare dall'autorità marittima locale per fare rotta verso il porto di Spalato.


Giunte a Otranto, i militari della Guardia costiera hanno provveduto ad un controllo di routine, scoprendo però subito le irregolarità con cui viaggiavano i due equipaggi. A quel punto hanno proceduto al sequestro delle imbarcazioni, il cui valore ammonta a circa 1 milione di eeuro, denunciando anche i rispettivi comandanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel porto navi "fantasma": niente bandiera e documenti

LeccePrima è in caricamento