Nel porto navi "fantasma": niente bandiera e documenti

Sequestrate nel porto di Otranto due imbarcazioni dirette a Spalato. La Guardia costiera ha scoperto che le imbarcazioni erano prive di bandiere e documenti. Denunciati anche i rispettivi comandanti

Una delle imbarcazioni sequestrate.
Dal porto di Goia Tauro, con tappa a Otranto, in direzione del porto di Spalato, in Croazia. Questa la rotta che due imbarcazioni avrebbero dovuto seguire se non fosse che le unità navali in questione sono risultate ai militari della Guardia costiera di Otranto prive di bandiera, dei segni distintivi e dei documenti di bordo. Natanti "fantasma" che poco prima di prendere i largo dal porto di Gioia Tauro, era stati sbarcati da una nave porta-containers che giungeva da Sidney.

A quanto è dato di sapere, l'equipaggio, di nazionalità croata, contravvenendo alle normative sia nazionali che internazionali sui segni distintivi che abilitano un nave alla corretta navigazione, avrebbe lasciato incautamente Gioia Tauro senza preoccuparsi di farsi autorizzare dall'autorità marittima locale per fare rotta verso il porto di Spalato.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giunte a Otranto, i militari della Guardia costiera hanno provveduto ad un controllo di routine, scoprendo però subito le irregolarità con cui viaggiavano i due equipaggi. A quel punto hanno proceduto al sequestro delle imbarcazioni, il cui valore ammonta a circa 1 milione di eeuro, denunciando anche i rispettivi comandanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento