Cronaca

Nessun assenteismo in Comune. Assolti sedici dipendenti

Concluso con l'assoluzione "perchè il fatto non sussiste" il processo a carico dei dipendenti di Palazzo Balsamo dopo il blitz del 2007 dei carabinieri. Altri 18 indagati erano stati già prosciolti

Il_Comune_di_Gallipoli_(1)

GALLIPOLI - Non ci fu nessun caso "clamoroso" di assenteismo al Comune di Gallipoli. E per altri sedici, tra dipendenti e dirigenti di Palazzo Balsamo, arriva il tempo della riabilitazione sociale e mediatica dopo il blitz del marzo del 2007 e la relativa trafila giudiziaria. Sono infatti stati tutti assolti, nel primo pomeriggio di oggi, presso il Tribunale di Gallipoli, i sedici dipendenti del Comune ionico accusati di assenteismo per essersi allontanati dal posto di lavoro quando invece risultavano essere in servizio. Il Giudice monocratico penale del Tribunale di Lecce, sezione distaccata di Gallipoli, Michele Toriello, ha fatto cadere l'accusa nei loro confronti di truffa ai danni dello Stato con un pronunciamento assolutorio con formula piena, perché "il fatto non sussiste". Nessun reato, dunque, a carico dei sedici dipendenti su 34 indagati nel marzo del 2007 per assenteismo nell'ambito dell'inchiesta specifica avviata dal sostituto procuratore Marco D'Agostino e condotta (con appostamenti e con l'ausilio anche di filmati) dai Carabinieri della Compagnia di Gallipoli.

Già nel marzo del 2009 per diciotto dei trentaquattro dipendenti finiti nel calderone dell'inchiesta, il gup Nicola Lariccia, aveva disposto il proscioglimento non rilevando i presupposti per un processo con l'ipotesi di reato di truffa. Per i restanti sedici era stato invece decretato il rinvio a giudizio. Processo che si è svolto nella giornata odierna e che ha decretato l'assoluzione per tutti gli imputati denunciati all'epoca dai carabinieri, per truffa aggravata e continuata e falsità commessa da pubblico impiegato. Nei guai, loro malgrado, finirono sia alcuni dipendenti comunali che quattro dirigenti di settore di Palazzo di città, quest'ultimi accusati di omissione d'atti d'ufficio e favoreggiamento. Accuse del tutto infondate e nessun caso di assenteismo, questo ha invece decretato la sentenza di assoluzione delle scorse ore.

Assoluzione che oltre che dai legali dei sedici imputati, è stata richiesta anche dal pubblico ministero Giuseppe Capoccia, ma con la tesi dell'insufficienza di prove. I dipendenti assolti sono Antonio Vincenti, Luigia Oltremonte, Donato Olimpio, Annarita De Filippo, Sergio Leone, Francesco Mecca, Ubaldo De Martino, Maria Rosaria Cavalera, Vincenzo Casole, Vito Benvenga, Vincenza Fiamma, Anna Maria De Vita, Adele De Marini, Franco Mauro, Erminia Legari, Angelo Gianfreda. Ad assistere gli imputati i legali Angelo Pallara, Luigi Suez, Biagio Palumbo, Viola Messa, Daniele Cataldi, Antonio Renna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun assenteismo in Comune. Assolti sedici dipendenti

LeccePrima è in caricamento