Nessun illecito della fonderia Ruggeri service, assolto il politico salentino

Si è conclusa con un’assoluzione la vicenda giudiziaria della fonderia “Ruggeri service” di Muro Leccese. Assolto l’amministratore unico della società: l’ex onorevole Salvatore Ruggeri, segretario provinciale dell’Udc, accusato di getto pericoloso di cose

LECCE – SI è conclusa con un’assoluzione la vicenda giudiziaria della fonderia “Ruggeri service” di Muro Leccese. Assolto l’amministratore unico della società: l’ex onorevole Salvatore Ruggeri, segretario provinciale dell’Udc. Secondo l’ipotesi accusatoria l’azienda di Muro avrebbe violato i valori previsti dalla vigente normativa in merito alle emissioni in atmosfera di oltre il doppio. All’amministratore della società veniva anche contestato il getto pericoloso di cose.

Le indagini, condotte dai carabinieri del Noe con l’ausilio dei tecnici dell’Arpa, riguardavano il periodo compreso tra maggio e giugno scorso 2012. Nel frattempo, infatti, l’azienda ha provveduto a sostituire gli impianti, riportando i valori nei limiti di legge, tanto che l’attività è ripresa immediatamente  con il consenso di Asl e Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ruggeri ha sempre respinto ogni accusa, evidenziando come “la contestazione, così strumentalmente enfatizzata su alcune televisioni, è una contravvenzione per la quale è prevista, come pena alternativa, una ammenda fino a 1.032 euro. La stessa è oblabile, e ciò vuol dire che avrei potuto richiedere di pagare 516 euro, così estinguendo ogni procedimento penale”. “Scelta che – aveva spiegato il politico salentino – non ho inteso perseguire perché vi è in me la volontà di fare emergere l’assenza di ogni responsabilità. Ciò ha determinato la cosiddetta “citazione diretta a giudizio”. “I fatti contestati, precisa ancora l’amministratore, risalgono la periodo a cavallo della sostituzione dell’abbattitore di fumi, che (già idoneo in precedenza) ho cambiato con altro di ultima generazione proprio per realizzare un impianto ad emissioni “zero”, andando al di là di ogni previsione legislativa e costruendo di fatto una struttura modello.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento