Notte di fuoco in provincia, bruciate le autovetture di due donne

Gli incendi si sono verificati a Galatina e Neviano. In nessuno dei due casi, per il momento, è stato possibile stabilire le cause precise dello scatenarsi delle fiamme. Una Lancia Y e un'Alfa Mito completamente distrutte

Nella foto, l'auto distrutta a Galatina.

LECCE – Il primo incendio è divampato intorno alle 2,10 circa di notte, il secondo a distanza di una manciata di minuti. Due autovetture sono finite in fiamme, in località diverse, Galatina e Neviano, nell’ennesima notte di fuoco ed entrambi i casi sono ora sotto la lente dei carabinieri. In nessuna delle due circostanze, però – almeno per il momento – è stato ancora possibile accertare le cause precise.

A Galatina, a rimanere del tutto distrutta dalle fiamme, è stata una Lancia Y di una donna di 59 anni del posto. Il fatto si è verificato in via Umbria, in pieno centro, non lontano dalla stazione locale dei carabinieri. La vettura era nei pressi di casa della donna. Le fiamme, in breve, hanno avvolto la Lancia e quando sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie, non hanno potuto fare altro che spegnere il rogo e contenerlo prima che danneggiasse altri veicoli. Le cause da cui è scaturito l’incendio, come detto, sono tutte da accertare e hanno provocato anche il parziale annerimento del muro di una palazzina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quasi contemporaneamente, intanto, a una quindicina di chilometri, si stava sprigionando un secondo incendio. Ad andare distrutta, in questo caso a Neviano, un’Alfa Romeo Mito. L’auto era parcheggiata in piazza Salvo D’Acquisto, prosecuzione di via Umberto I. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli. La vettura è risultata di proprietà di una donna di 69 anni e della figlia 39enne ed era in uso a quest’ultima, che l’aveva posteggiata la sera precedente nei pressi di casa. Le indagini sono affidate ai carabinieri della stazione locale, ma, anche in questo caso, non sono state trovate chiare tracce di dolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento