Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Litorale / Via Giovanni Miani

Oltre 200 animali morti e mezzi da lavoro distrutti in un inferno di fiamme

Gigantesco incendio nella notte in un capannone dell'azienda agricola "De Santis" di Frigole. Ovini, caprini, cavalli e maiali asfissiati. Trattori, furgoni, raccoglitrici e centinaia di balle di foraggio divorati dalle fiamme

I mezzi dei vigili del fuoco al lavoro ancora questa mattina.

LECCE – Un cumulo di macerie fumanti, mezzi agricoli distrutti e un pensiero che fa rabbrividire: il terrore che devono aver provato oltre duecento poveri animali, quando le fiamme si sono sviluppate e si sono svegliati nel cuore della notte, intrappolati in una bolgia infernale, senza possibilità di sbocco. Costretti a inalare il fumo fino a morire asfissiati. Diverse carcasse, ritrovate nelle ore successive bruciate dai vigili del fuoco che hanno lavorato fino a mattino inoltrato con più squadre, dandosi il cambio.

Un'azienda agricola in ginocchio

Un’azienda agricola, la “De Santis” nelle campagne fra Borgo Piave e Frigole, marina di Lecce, si è ritrovata improvvisamente in ginocchio, quando attorno alle 22,30 di notte il fuoco ha iniziato a divorare un capannone di mille e 500 metri quadrati, diviso in varie aree: quelle dedicate agli allevamenti, gli spazi per i mezzi agricoli, le aree per il foraggio. Tutto distrutto in uno dei più grossi incendi degli ultimi tempi, per un danno ancora da quantificare con precisione, ma che dovrebbe aggirarsi fra i 500 e i 600mila euro.  

E’ stata una donna che abita nelle vicinanze ad accorgersi del rogo in via Carso, la stradina dove ha sede l’azienda agricola. Ha subito avvisato i proprietari e i vigili del fuoco, che sono arrivati in pochi minuti, ma le fiamme, intanto, si erano già diffuse, rendendo impossibile il salvataggio di molte bestie ricoverate all’interno. Questo forse anche perché alimentate dal materiale infiammabile, come circa 500 balle di fieno e foraggio stipate all’interno.

Oltre duecento animali morti

Hanno così trovato la morte 150 fra ovini e caprini, cinque cavalli, una cinquantina di 50 maiali, fra cui una quindicina di maialini. Il fuoco non ha avuto pietà di nulla. Della copertura di ferro e pannelli coibentati e di mezzi usati per il lavoro. Trattori New Holland nuovi di zecca, un camion per il trasporto di animali, un furgone, raccoglitrici, uno scooter, aratri. Tutto irrimediabilmente perso. Al momento è impossibile stabilire le cause di un incendio di tale vastità.

Video: in mattinata vigili del fuoco ancora al lavoro

Occorreranno altri sopralluoghi – probabilmente un altro se ne svolgerà già domani mattina - e non è detto che si arrivi a scoprire l’origine. Sul posto, per le indagini, si sono recati i carabinieri della stazione di Lecce Principale. Da considerare che diverse settimane addietro, ma in quel caso all’esterno, andarono a fuoco nella stessa località circa 500 balle di fieno. Il danno fu più contenuto rispetto a quello verificatosi nella notte. L’azienda agricola, peraltro, è collegata ad altre attività commerciali. I figli del proprietario gestiscono due macellerie (una a Lecce e una a Frigole) e un supermercato, a Frigole. Dunque, un danno che colpisce lavoro e sacrificio di un’intera famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 200 animali morti e mezzi da lavoro distrutti in un inferno di fiamme

LeccePrima è in caricamento