Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio di Saronno: è salentino Alex Maggio, l'uomo che ha confessato

Nato e residente per anni nel comune di Botrugno, il 32enne ha trascorsi come ausiliare nei carabinieri e come agente di sicurezza; nel suo passato, anche alcuni precedenti penali. È stato arrestato a casa della sua compagna

Foto da MilanoToday

SARONNO - Ha origini salentine l'uomo reo confesso dell'omicidio di Maria Angela Granomelli, la gioielliera uccisa nel suo negozio a Saronno: Alex Maggio, 32enne disoccupato, residente a Caronno Pertusella, comune vicino al centro dove è avvenuta la brutale uccisione (calci e pugni per almeno mezzo minuto), è nato e cresciuto a Botrugno, piccolo comune dell'entroterra, a pochi chilometri da Scorrano e Maglie. Era partito da diversi anni al Nord, ma nel suo paese ancora tutti lo ricordano bene, tanto che su alcune bacheche di Facebook di cittadini di Botrugno e della vicina San Cassiano se ne sta discutendo con un certo sgomento.

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri, nella notte tra mercoledì e giovedì, dopo essere stato individuato grazie alla testimonianza di un cittadino, che si è presentato nella caserma di Bollate, affermando di aver visto una persona con i lineamenti simili a quelli dell'assassino, ripreso dalla telecamere di videosorveglianza e poi diffuse dagli inquirenti. Quando lo hanno preso, il 32enne era nella casa della sua fidanzata, a Bollate.

Maggio, che ha vissuto nel Salento fino a pochi anni fa e che lì ha ancora parenti, aveva nel passato piccoli precedenti penali e trascorsi da ausiliario dei carabinieri e da agente di sicurezza. L'uomoalex_maggio-4-3, nel corso dell'interrogatorio, ha affermato di essere entrato nel negozio, con l'intenzione di rapinare il "Compro oro", ma che avrebbe "perso la testa".

Non sarebbe stata recuperata la refurtiva, portata via dopo l'omicidio, così come i vestiti sporchi di sangue indossati durante il delitto, che sarebbero stati buttati via dall'uomo. Un altro riscontro decisivo ai fini dell'indagine sembra rappresentato dal confronto delle impronte digitali.

Maggio è stato sottoposto a fermo con l'accusa di omicidio ed è stato condotto in carcere, in attesa dell'interrogatorio di garanzia da parte del gip.

Articolo di MilanoToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Saronno: è salentino Alex Maggio, l'uomo che ha confessato

LeccePrima è in caricamento