Cronaca

Operazione "Paco", condannato in abbreviato il mesagnese "Cenzinu lu pacciu"

Vincenzo Carone è stato condannato a 2 anni e quattro mesi per il reato di detenzione e porto abusivo di armi. La sentenza, al termine del giudizio con rito abbreviato, è stata emessa dal gup Giovanni Gallo. Il 57enne fu arrestato a gennaio scorso nel corso dell'operazione "Paco", che smantellò un presunto sodalizio criminale ritenuto vicino al clan De Tommasi-Notaro

LECCE – Vincenzo Carone, alias “Cenzinu lu Pacciu”, è uno dei nomi storici della Scu mesagnese. Il 57enne, residente a Monza e domiciliato nella marina di Torre Chianca, fu arrestato a gennaio scorso nel corso dell’operazione “Paco”, che smantellò un presunto sodalizio criminale ritenuto dagli inquirenti vicino al clan De Tommasi-Notaro. Carone fu fermato nella sua abitazione, dove fu trovato in possesso di un fucile a canne mozze. Oggi il 57enne è stato condannato a 2 anni e quattro mesi per il reato di detenzione e porto abusivo di armi. La sentenza, al termine del giudizio con rito abbreviato, è stata emessa dal gup Giovanni Gallo.

Carone, secondo le ricostruzioni effettuate dagli investigatori, avrebbe avuto nell’organizzazione il ruolo di riscossore dei crediti "interni". Avrebbe ricoperto, in sostanza, la mansione di spauracchio, per incutere timore a coloro che osavano ribellarsi ai pagamenti o alle direttive interne al clan.

CARONE VINCENZO-2Il nome del 57enne è legato anche uno dei gravi episodi di sangue scritti nelle pagine del romanzo criminale della Sacra corona unita: l’omocidio di Nicolina Biscozzi. Nicolina è una vittima innocente della faida all’interno della Sacra Corona Unita, dovuta alla rottura tra il capoclan Giuseppe Rogoli e il suo ex braccio destro Antonio Antonica. Nicolina ha 33 anni ed è la compagna di Vincenzo Carone, uomo considerato vicino ai clan. Il 22 giugno del 1989 i due sono in auto insieme, quando un commando armato li affianca e spara. La giovane donna morirà dopo un mese di agonia in ospedale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Paco", condannato in abbreviato il mesagnese "Cenzinu lu pacciu"

LeccePrima è in caricamento