rotate-mobile
Munizionamento ancora non identificato / Vernole

Ordigni bellici in una cassa sul litorale di Torre Specchia. Secondo ritrovamento in pochi giorni

L’ultimo in ordine di tempo quello delle scorse ore in un tratto di spiaggia affollato dai bagnanti. Zona delimitata e presidiata da carabinieri, polizia locale e guardia costiera in attesa dell’intervento degli artificieri

TORRE SPECCHIA (Vernole) - Due ritrovamenti, pressoché identici, nell’arco di poche settimane, nelle stesso tratto del litorale adriatico in prossimità della spiaggia di Torre Specchia, marina di Vernole, lungo la litoranea che porta a San Foca. L’ultimo, in ordine di tempo, quello delle scorse ore, a ridosso della battigia, dove si è adagiato un contenitore in legno con all’interno un ordigno militare, da accertare se materiale di fattura recente o addirittura risalente alla seconda guerra mondiale.

Dopo la segnalazione (la cassa secondo quanto precisato da chi si trovava in spiaggia è stata ritrovata in mare da un bagnante e poi portata a riva), in un tratto costiero affollato di vacanzieri, sono subito accorse le forze dell’ordine per sincerarsi della situazione e scongiurare ogni forma di possibile pericolo per l’incolumità pubblica. Sul posto hanno operato i carabinieri, la polizia locale e il personale della capitaneria di porto della delegazione di San Foca e dell’ufficio circondariale marittimo di Otranto.

Dopo un primo sopralluogo la zona è stata delimitata in attesa dell’arrivo degli artificieri, già allertati, al quale spetterà il compito di identificare il materiale bellico contenuto nella cassa.

Il ritrovamento sulla spiaggia di Torre Specchia

Si tratta di involucri di munizionamento ancora non identificato sul quale sono riportate comunque ancora delle diciture leggibili. Anche la datazione e il numero di lotto, con un targhetta, sono presenti sulla custodia in legno. Potrebbe trattatarsi di componenti di razzi da esercitazione o di altro materiale di contenimento militare sul quale gli accertamenti in corso degli specialisti e degli artificieri potranno dare i relativi e precisi ragguagli.

La scorsa settimana erano stati ritrovati, sempre su quel tratto di costa, dei contenitori bellici simili, risultati poi innocui in quanto ritrovati vuoti. 

Dell’accaduto e del nuovo ritrovamento è stato informato il magistrato di turno, che dopo l’ispezione degli artificieri autorizzerà la rimozione e quindi l’eventuale di distruzione del materiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigni bellici in una cassa sul litorale di Torre Specchia. Secondo ritrovamento in pochi giorni

LeccePrima è in caricamento