Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca San Cesario di Lecce

Ordigno con botto alla sede del Partito dei Socialisti

Attentato dinamitardo ai danni della sede dei Socialisti di via Verdi a San Cesario di Lecce. Ignoti hanno fatto esplodere un ordigno di fronte l'ingresso del locale. Danni ingenti alle strutture

Distrutta la porta d'ingresso, danneggiati muri, infissi, porte e finestre e danni di non poco conto pure all'auto (incrinato il parabrezza) che si trovava parcheggiata in via Verdi, a San Cesario di Lecce. Tutto questo a causa di un attentato dinamitardo compiuto la scorsa notte da ignoti alla sezione dei Socialisti, al numero civico 77.

Intorno le 23 alcuni individui hanno piazzato un ordigno di piccole dimensioni davanti al locale. Fortunatamente all'interno della sede non era presente nessuno, dato che gli iscritti, a termine di una riunione, erano usciti tutti da circa mezzora. Seri comunque i danni procurati dalla deflagrazione: una stanza è andata quasi distrutta, così come la porta e le persiane, che ora sono da sostituire: da rifare anche i muri della porta e gli infissi.

A quanto pare i giovani ella sezione non hanno sospettati su chi possa essere stato l'autore dell'attentato, anche perchè non sono attivi politicamente dallo scorso novembre. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri della stazione di San Cesario e gli artificieri della questura di Lecce, i quali hanno provveduto a compiere i rilievi tecnici del caso, recuperando residui dell'ordigno, simile con tutta probabilità a quelli fuori legge sfuggiti ai sequestri delle forze dell'ordine e venduti a Capodanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigno con botto alla sede del Partito dei Socialisti

LeccePrima è in caricamento