rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Gallipoli

Mare sì, ma in sicurezza: pronta l’ordinanza balneare per l’estate 2022

Dai limiti dalla costa, fino alla strumentazione in dotazione agli stabilimenti: i dettami per un’estate in sicurezza restano pressappoco quelli degli scorsi anni, fatta eccezione per piccole variazioni sull’utilizzo dei mezzi di soccorso

GALLIPOLI -  Da Punta Prosciutto al Capo di Leuca. L’estate ormai alle porte e, come ogni anno, la capitaneria dirama l’ordinanza per la sicurezza balneare. Non ci sono sostanziali differenze, rispetto agli anni scorsi, fatta eccezione per alcuni aggiustamenti sulla normativa relativa ai mezzi di soccorso di cui possono dotarsi gli stabilimenti.

Per il resto tutto quanto invariato. A partire dai limite delle acque sicure, fissato in un metro e 30 di altezza. Limite che sarà segnalato da boe di colore bianco distanziata 25 metri l’una dall’altra. Persiste inoltre l’obbligo, in capo alle amministrazioni, di munire le spiagge libere del servizio di salvataggio oppure di affiggere la cartellonistica he indichi l’assenza del servizio di salvataggio.

Viene inoltre sancito l’obbligo di munirsi di una postazione di salvataggio rialzata, in maniera tale da avere la massima visuale sul tratto di competenza di ogni singolo assistente ai bagnanti. Resta inoltre la possibilità, sempre per le amministrazioni dei comuni rivieraschi, di adottare piani collettivi di salvataggio da sottoporre al vaglio dell’Autorità marittima, in maniera da garantire il servizio. La possibilità riguarda anche i titolari dei lidi di dotarsi, in aggiunta al classico pattino, di una moto d’acqua e di altri strumenti come la barella “rescue”.

Sotto il coordinamento della Direzione marittima di Bari, i vari Uffici circondariali marittimi hanno emanato disposizioni uniformi su tutta la costa che va dal Gargano al Salento, nonché sul litorale jonico della Basilicata, con alcune specifiche varianti dettate esclusivamente dalle caratteristiche morfologiche dei tratti di costa.

Anche la capitaneria di porto di Gallipoli, sotto l'egida del comandante Pasquale Vitiello, ha dettato le proprie disposizioni in materia, emanando già dall'11 maggio scorso, l’ordinanza che disciplina la sicurezza balneare lungo tutte le coste dei comuni rivieraschi ricadenti nella provincia di Lecce: dal comune di Porto Cesareo, località Punta Prosciutto, a quello di Diso, località di marina di Marittima. Il restante litorale leccese, fino a Casalabate, è stato disciplinato con ordinanza della capitaneria di porto di Otranto.

CV VITIELLO con logo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare sì, ma in sicurezza: pronta l’ordinanza balneare per l’estate 2022

LeccePrima è in caricamento