Padre muore arso dalle fiamme, il figlio: “Dopo, per rilassarmi ho mangiato un piatto di pasta”

Passaggi inquietanti emergono dall’interrogatorio di Vittorio Leo, il 48enne di Collepasso accusato dell’omicidio del genitore Antonio, di 89 anni. Domani, l’indagato davanti al gip

COLLEPASSO - Il corpo del padre veniva divorato dalle fiamme, ma lui non ha mosso un dito e, dopo la sua morte, ha messo in ordine casa, si è riposato sul divano e si è preparato un piatto di pasta al sugo. Sono questi alcuni dei passaggi, i più inquietanti, dell’interrogatorio fiume di Vittorio Leo, 48enne di Collepasso, titolare di un’agenzia immobiliare, sottoposto da questa mattina a fermo di polizia giudiziaria per l’omicidio del padre Antonio, di 89 anni

Al pubblico ministero Luigi Mastroianni e agli investigatori, Leo ha raccontato di rapporti familiari burrascosi e di una figura paterna ingombrante che non avrebbe perso occasione per schiacciare la sua personalità, facendogli pesare soprattutto il fatto di non essersi laureato. Il padre, professore per una vita, si sarebbe messo in cattedra anche in casa, bacchettandolo per ogni sua scelta.

Leo-3-11Così avrebbe fatto anche ieri, intorno alle 13.30, mentre era davanti ai fornelli accesi per cucinare il pranzo. Lo avrebbe offeso, e lui, per reazione, gli avrebbe lanciato addosso l’alcol puro contenuto in una bottiglietta che in quel momento stava utilizzando per medicarsi una ferita.

Le fiamme venute a contatto con la sostanza avrebbero così raggiunto la vittima che si è dimenata da una stanza all’altra, raggiungendo il bagno nel tentativo di spegnerle. Il figlio, invece, preso dal panico – così si è giustificato – ha assistito immobile alla scena. Certo è che dopo, per rilassarsi, ha mangiato un piatto di pasta, allertando i carabinieri solo poco dopo le 17.

Elementi importanti di riscontro alla versione dell’indagato potranno arrivare dall’autopsia e dall’interrogatorio di convalida del fermo atteso per domani davanti al giudice Giovanni Gallo che si svolgerà alla presenza dell’avvocato difensore Francesca Conte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento