Cronaca

Pecoraro Scanio benedice la comunione fra cibo e natura

La Città di Nardò a Roma partecipa a "Park Life", manifestazione alla quale ha portato il connubio fra cibi della tradizione locale e meraviglie del parco di Porto Selvaggio e Palude del Capitano

Il ministro Pecoraro Scanio (al centro della foto, con un cappellino del Parco) ha apprezzato molto cibi e vini dell'area.-4

Il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha idealmente "benedetto" oggi a Roma una comunione davvero particolare, quella fra buona tavola salentina e natura che nasce, a Nardò, dalla collaborazione fra Slow Food Neretum e assessorato all'Ambiente. Il tutto, su uno sfondo davvero d'eccezione, il parco naturale regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano. Nardò ha portato i suoi prodotti enogastronomici presso il nuovo quartiere fieristico della capitale, dove è in fase di svolgimento la manifestazione "Park Life" (oggi è stata la prima giornata), alla quale la città salentina è stata invitata dalla presidenza nazionale di Legambiente. E a quanto pare, la buona tavola è stata apprezzata, fra i tanti, anche dal ministro Alfonso Pecoraro Scanio, che - dicono gli organizzatori - si è trattenuto per quasi tutto il tempo della sua visita a "Park Life" presso lo spazio dedicato al Parco naturale regionale che ricade nel demanio di Nardò.

I prodotti enogastronomici tipici dell'area parco sono stati apprezzati da tutti coloro che si sono avvicinati a questo felice, quanto singolare connubio fra ambiente e gastronomia, nell'ambito di una manifestazione, quella romana, che rappresenta un'importante vetrina promozionale. Già lo scorso anno registrò un totale di circa 100mila visitatori centomila visitatori e quest'anno, a quanto pare, il trend della manifestazione sarebbe in aumento. "E' soltanto l'inizio - dichiara l'assessore all'ambiente Mino Natalizio - di una collaborazione con lo Slow Food Neretum che con Antonello Del Vecchio, vicepresidente nazionale, e Francesco Muci responsabile locale, intende promuovere nella splendida cornice del Parco la costituzione di una comunità del cibo, che sappia sviluppare tutti i valori enogastronomici del territorio, già per la prossima edizione della manifestazione nazionale di terra madre che unisce tutte le comunità del cibo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pecoraro Scanio benedice la comunione fra cibo e natura

LeccePrima è in caricamento