Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Provoca incidente e sgomma via senza prestare soccorso

Lecce: madre e figlia coinvolte in un sinistro. Per la prima rilevate fratture scomposte alle gambe. Sarebbero state vittime di un "pirata", che avrebbe invaso la loro carreggiata a folle velocità

Una manovra spericolata, poi lo stridio delle gomme sull'asfalto quando la Vespa è piombata per terra. Fuggire sperando che nessuno abbia annotato la targa. E chi se ne frega se sull'asfalto ci sono due donne, madre e figlia. Magari non si sono fatte niente, e poi i guai con l'assicurazione. Meglio scappare. Un comportamento ingiustificabile e pericoloso. Molto. Se qualcuno lo avesse visto, sarebbero scattate conseguenze penali per omissione di soccorso. E invece se l'è cavata, almeno per ora, il pirata della strada che, forse indirettamente (nel senso che non c'è stata collisione vera e propria tra i mezzi) ha provocato questa mattina alle 11 un incidente in cui una donna, Clara Nava Nutricati, 60enne di Lecce, ha riportato alcune fratture alle gambe a causa della rovinosa caduta. Tutto sommato, vista la dinamica, sarebbe potuta andare molto peggio.

Sul posto è stata chiamata un'ambulanza del 118, che ha dovuto trasportare la donna presso l'ospedale "Vito Fazzi" per accertamenti. In largo Scipione dei Monti, una piazzola canalizzata di Lecce molto pericolosa e già teatro di diversi incidenti automobilistici, sono piombate una volante della polizia e gli agenti della sezione infortunistica stradale della municipale del comando di viale Rossini. Secondo la testimonianza resa dalle due donne, un'auto grigia di grossa cilindrata, non meglio identificata, provenendo da via Gentile a folle velocità, avrebbe tagliato male la curva, invadendo quasi del tutto la carreggiata opposta in prossimità del semaforo. Largo Scipione dei Monti è una sorta di intrico di canali in cemento e asfalto, e da uno di questi, che rasenta il marciapiede dove vi sono alcune attività commerciali, fra cui una tabaccheria, stava arrivando proprio in quel momento la Vespa grigia guidata dalla figlia, con la madre seduta alle sue spalle.


Le due donne avrebbero voluto immettersi proprio su via Gentile, ma all'improvviso si sarebbero trovate di fronte quella grossa auto. Per paura, e per evitare un impatto che sarebbe stato devastante, la figlia probabilmente ha controsterzato in modo brusco e la Vespa è crollata sul fianco destro. A quel punto l'incauto automobilista, piuttosto che sincerarsi delle condizioni delle malcapitate, sarebbe partito via a razzo con una sgommata tanto forte da aver attirato l'attenzione dei commerciati, che sono usciti fuori dalle attività. Nessuno, però, è stato in grado di vedere bene il modello di auto (la quale non si esclude che a quel punto sia pure passata con il rosso), né di rilevare anche solo una parte di targa. La signora Nava Nutricati, dopo le radiografie, è stata ricoverata in ortopedia, con diverse fratture scomposte. E intanto questo incidente riapre il dibattito sulla sicurezza stradale e soprattutto su comportamenti spericolati al volante che rischiano di portare a terribili conseguenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provoca incidente e sgomma via senza prestare soccorso

LeccePrima è in caricamento