Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Rapina alla posta, perdono per strada parte del bottino

Tre banditi sono fuggiti un magro incasso, dopo che hanno smarrito alcuni cilindri con le monete. L'assalto alla posta di Montesano alle 8,30. Vi sono arrivati con un'auto rubata ieri notte a Miggiano

DSC_6403-13

MONTESANO SALENTINO - Hanno rubato un'auto ieri notte e con quella hanno pianificato un assalto alle poste. Un furto e una rapina nel giro di poche ore, due reati di fila, con il rischio di essere arrestati, per arrivare a guadagnarci circa mille e 500 euro (cifra emersa dalle ultime stime, rispetto agli 800 euro circa inizialmente da noi indicati, Ndr). Quando si dice che il gioco non vale la candela.

Certo, si tratta della quinta rapina in due giorni, e l'escalation non può non preoccupare, ma la vicenda è comunque curiosa, considerata la dinamica. Questa mattina, tre individui, con i volti travisati da passamontagna di lana scuro, hanno fatto irruzione all'interno dell'ufficio postale di piazza Aldo Moro, a Montesano Salentino. Non si sa se vi fosse anche un quarto uomo, ad attenderli nell'auto, ma è presumibile. I tre sono entrati in azione intorno alle 8,30. A quell'ora, c'erano solo i dipendenti e qualche anziano. Uno solo dei malviventi ha esibito una pistola. E s'è fatto consegnare il bottino da una cassa, ma anche dalla cassaforte in quel momento aperta. Bottino, per inciso, già magro, e per giunta quasi tutto in monete, che sarebbe diventato ancor più esiguo strada facendo, visto che nella fuga i banditi hanno perso diversi soldi.

I rapinatori si sono allontanati rapidamente a bordo dell'auto, una Fiat Uno nera rubata ieri notte a Miggiano, nei pressi della zona dell'Expo, la fiera regionale da poco inaugurata, per poi abbandonarla dopo circa 500 metri alla periferia della stessa Montesano e darsi alla fuga definitiva con qualche altro mezzo. Un diversivo piuttosto in voga.

I carabinieri della compagnia di Tricase e gli agenti di polizia del commissariato Taurisano, chiamati sul posto dopo la rapina, hanno ritrovato l'auto con alcuni cilindri pieni di monete, evidentemente caduti e dimenticati dai rapinatori nella fretta di scappare, più altri soldi sparsi per strada, in mezzo alle pozzanghere piene d'acqua per la recente pioggia. Ora, per cercare di fare luce sull'intera vicenda, i militari vaglieranno i nastri del sistema di videosorveglianza. Di una cosa sono comunque certi: si tratta di salentini, come hanno evinto le vittime stesse dal modo in cui i tre comunicavano fra loro, ovvero, con accento tipicamente locale. Uno di loro era di corporature esile, gli altri due più robusti.


E si tratta, dunque, della quinta rapina in due giorni, si diceva. Infatti, oltre a quella di questa mattina e a quelle perpetrate ieri sera al Pam di Lecce, ad una tabaccheria di Collepasso e ad un automobilista in strada (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=30545) ne va aggiunta un'altra, sempre di ieri, avvenuta verso le 20 a Corigliano d'Otranto, dove due persone travisate e apparentemente senza armi si sono introdotte nella rivendita di prodotti per la casa Proshop di via Coriolano. Minacciando la commessa, hanno sottratto due cassetti dei registratori di cassa, contenenti mille euro. I due si sono poi dileguati a piedi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla posta, perdono per strada parte del bottino

LeccePrima è in caricamento