Cronaca Via Angelo delle Masse

Ristoratore miracolato: precipita da 12 metri, se la cava con due costole rotte

L'uomo, 55enne, ispettore di polizia in pensione e oggi attivo nella ristorazione, stava riparando una porta sul terrazzo. Forse per un malore, s'è accasciato vicino al basso parapetto, cadendo di sotto. Salvato da una pensilina

Il pronto soccorso del "Vito Fazzi".

NARDO’ – Miracolato, è dir poco. Due costole rotte, 25 giorni di prognosi, salvo complicazioni, laddove, se non fosse stato per un fortuito evento, oggi si parlerebbe quasi sicuramente di una tragedia. Protagonista, suo malgrado, della vicenda, un ispettore di polizia in pensione da alcuni anni, che oggi si dedica all’attività di ristorazione insieme con la moglie.

L’uomo, 55enne, è precitato nella tarda serata di ieri dal terrazzo della propria abitazione. Un volo da un’altezza di 12 metri, che probabilmente non gli avrebbe lasciato scampo, se di mezzo non ci si fosse messa, in maniera assolutamente provvidenziale, una pensilina. Questa ha attutito la caduta e gli ha permesso di finire al suolo in maniera decisamente più morbida.

La vicenda è avvenuta ieri, verso le 21, in via Angelo delle Masse, minuscola stradina nel pieno centro storico di Nardò, traversa di via San Giovanni Bosco. Sembra che il ristoratore fosse salito sul terrazzo per riparare una porta che dà accesso al vano scale. Tuttavia, forse colto da un malore improvviso o da un giramento di testa, accasciandosi vicino al parapetto alto appena una novantina di centimetri, ha perso totalmente l’equilibrio, piombando al di sotto.

La caduta avrebbe rischiato di essere letale, se non fosse “intervenuta” la pensilina sottostante, posta a circa 3 metri dal suolo, le cui tegole sono saltate per aria al momento dell’impatto. Il 55enne ha poi continuato la caduta, fin sul selciato sottostante, ma con effetti meno disastrosi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, a bordo di un’ambulanza, che hanno condotto l’uomo presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, e gli agenti di polizia del commissariato neretino, diretti dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì, che questa mattina hanno terminato tutti gli accertamenti, ricostruendo la dinamica nella sua interezza.  Visto il tipo di lesioni, prossime saranno le dimissioni dall’ospedale.            

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoratore miracolato: precipita da 12 metri, se la cava con due costole rotte

LeccePrima è in caricamento