Il mare restituisce l’ennesima Caretta caretta: recuperata nelle acque dello Ionio

Ancora una tartaruga senza vita trovata nel Salento. E' accaduto nel pomeriggio di ieri a Torre Suda, la marina di Racale. Un passante ha notato la carcassa ormai in avanzato stato di decomposizione e si è rivolto ai militari dell'Ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni

Foto di archivio

TORRE SUDA (Racale) – L’ennesima Caretta caretta è stata rinvenuta senza vita nelle acque del Salento. Un passante, che si trovava a Torre Suda, la marina di Racale, nei pressi di un chiosco bar, ha notato quella strana presenza  trascinata a riva dalle onde e si è accorto che si trattava di una tartaruga.

Sul posto, i militari dell’Ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni, i quali hanno anche fatto giungere il personale veterinario della Asl, come previsto dalla legge. La carcassa, ormai saponificata dalle lunga permanenza in acqua, è stata recuperata dalla ditta specializzata nello smaltimento di rifiuti speciali, convenzionata con il Comune di Racale.

A partire dalla primavera del 2014, non si contano gli esemplari orami morti recuperati sui litorali del Tacco. Tanto che alcune delle tartarughe trovate agonizzanti  sono state inviate per ulteriori accertamenti presso l’Osservatorio faunistico di Calimera, su disposizione del  sostituto procuratore Ennio Cillo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento