Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

"Salento a tavola": val la pena tornare da queste parti

Presentata presso la Camera di commercio di Lecce "Salento a tavola", la guida alla buona cucina di Confesercenti. Testimonial di eccezione stamani Fabio e Mingo del Tg satirico "Striscia la notizia"

Presentata questa mattina presso al Camera di commercio di Lecce "Salento a tavola", la guida alla buona cucina a cura della Confesercenti e patrocinata dall'Ente camerale, Provincia di Lecce, Apt e Comune di Lecce. Novità per la nona edizione di quest'anno (la prima pubblicazione di"Salento a tavola" risale infatti al 2000) è che la guida esce dai propri confini territoriali spingendosi anche nella provincia di Brindisi, segnale inequivocabile verso l'idea del Grande Salento anche in fatto di buona cucina. E testimonial di eccezione per la presentazione della pubblicazione sono stati Fabio e Mingo, i due noti inviati per la Puglia del Tg satirico "Striscia la notizia".

La guida, stampata in 30mila copie, sarà distribuita nelle fiere specializzate, come è già accaduto per la Bit di Milano, Globe di Roma, Borsa delle 100 città di Ravenna, Vanality di Verona, Salone dei cibi dei Paesi e delle Regioni del mar Adriatico di Pesaro. "Salento a tavola" sarà inoltre distribuito ad agosto in abbinamento alla rivista "qui Salento". Ricercato nella grafica, il volumetto presenta una ricca galleria di immagini di specialità gastronomiche salentine. Ogni azienda ha a disposizione una pagina intera con foto del locale, descrizione, ricetta tipica, con testo in lingua italiana e inglese ed informazioni utili. La guida suddivide il territorio salentino in Barocco leccese, Brindisi, Entroterra salentino, Parco Negroamaro, Grecìa salentina, Costa adriatica e Costa ionica, sette zone che seguono e sottolineano le proprietà peculiari che contraddistinguono e che geograficamente vengono contrassegnate con logo sulla cartina della provincia di Lecce all'interno della guida e nelle pagine delle aziende aderenti.


"Oggi che il Salento e meta particolarmente amata da tutti i turisti italiani e stranieri e conosciuto come uno dei posti più magici e suggestivi della bella Italia - scrive Antonio Schipa, direttore Confesercenti Lecce nel suo editoriale - sentiamo ancor più il dovere, ma nello stesso tempo il piacere, di contribuire a creare quelle situazioni che possano far sentire, chi arriva fin qui, e sappiamo che il viaggio è sempre lungo, di avere la sensazione e la certezza di sentirsi a casa propria e ripartire con desiderio di ritornavi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salento a tavola": val la pena tornare da queste parti

LeccePrima è in caricamento