Maxi colpo: tentano di forzare la cassaforte e rubano tutti i cellulari nuovi

Danno da decine di migliaia di euro per lo store Supermac sulla provinciale Lecce-San Cesario. Quattro incappucciati hanno svuotato interi espositori di dispositivi. Non sono però riusciti a prendere il denaro

SAN CESARIO DI LECCE – Sembravano assatanati. Fosse stato per loro, avrebbero portato via tutto il supermercato di peso. E non si sono certo arresi davanti ai primi ostacoli. Una volta varcata la soglia, dovevano per forza fuggire con un bottino sostanzioso. E così, mancato un obiettivo, la cassaforte, ne hanno puntato un altro, i registratori delle casse, e, infine, un altro ancora: i telefoni cellulari, molti nuovi di zecca. Una scorta in vista delle festività e, prima ancora, dell’atteso Black Friday di venerdì prossimo, 29 novembre. Dispositivi mobili di ultima generazione che ora hanno preso il largo e che saranno piazzati sui mercati clandestini.

Tutto in una manciata di minuti

Un danno di migliaia di euro, da quantificare con precisione, per lo store Supermac del gruppo Conad sulla strada provinciale 362 che collega Lecce a San Cesario di Lecce, non solo in termini di merce svanita nel nulla, ma anche di problemi alle infrastrutture. I ladri, che non erano certo sprovveduti, hanno forzato un ingresso, manomesso gli impianti, letteralmente sradicando dai pannelli anche i sensori che fanno scattare il sistema antintrusione e lasciato segni di forzature anche altrove, sfondato vetrine usando tubi. Sembra che l’allarme sia scattato un paio di volte, ma alla scoperta del furto la banda si era già volatilizzata.  Il colpo, messo in atto in una manciata di minuti.

I ladri erano quattro, incappucciati

Davvero un brutto risveglio per il personale del supermercato, il quale non ha potuto fare altro che avvisare le forze dell’ordine. Sul posto si sono diretti i carabinieri della stazione di San Cesario di Lecce – competente per territorio – e della sezione radiomobile del capoluogo. Stando alle prime informazioni, i malviventi, che hanno agito a partire da mezzanotte e un quarto circa, sarebbero stati almeno quattro, tutti ovviamente resi irriconoscibili da pesanti cappucci e tute bianche. Si evince dal sistema di videosorveglianza. Le immagini sono ora in mano agli investigatori per gli approfondimenti.

Hanno provato con cassaforte e casse 

Per entrare, la banda ha sfruttato un ingresso secondario, sul retro dell’edificio, la classica porta in metallo antipanico, meno in vista rispetto a quello principale che si affaccia sul parcheggio, ben visibile da eventuali automobilisti in transito sulla provinciale. Una volta all’interno, con diversi arnesi da scasso, hanno provato a sradicare la cassaforte degli uffici amministrativi, non riuscendo però nell’impresa e lasciando solo i segni delle scalfiture. Giacché dovevano essere anche e soprattutto i soldi il loro obiettivo principale, hanno poi provato anchele casse. Ma, una volta forzatane una e constatato che era vuota, hanno desistito dal tentare con le altre, anche per non  attardarsi troppo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rubati tutti i telefoni cellulari

Alla fine, hanno optato per i telefoni cellulari. Praticamente, hanno svuotato interi espositori. E con quella merce, se la sono filata nel buio. Non si esclude che i ladri possano aver sfruttato una stradina retrostante, via Seminario, nelle campagne, poco praticata. Di sicuro, per la fuga finale avevano diverse opzioni. Il Supermac si trova molto vicino allo svincolo per la tangenziale ovest. Che sia stata opera della famigerata banda della Bmw? Nessuno può dirlo ancora con certezza, ma, si sa, più si avvicinano le festività, più aumentano i gruppi criminali in circolazione e si raffinano le tecniche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento