Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Sbarre alzate al passaggio del treno, il sindaco replica alle Ferrovie Sud Est

In una nota le Fse hanno analizzato il caso. Immediata la risposta del primo cittadino, che si rivolgerà alla magistratura

Foto di repertorio.

LECCE – Non si placano le polemiche dopo il nuovo caso che ha visto le barriere del passaggio a livello rimanere alzate al transito del treno lungo la strada tra Alezio e Parabita. Nei giorni scorsi il sindaco di Parabita, l’avvocato Alfredo Cacciapaglia, ha inviato una missiva al ministro delle Infrastrutture e trasporti Graziano Del Rio, e al commissario straordinario per le Ferrovie del Sud Est, Andrea Viero.

In una nota le Fse hanno replicato spiegando che del guasto all’impianto di protezione del passaggio a livello è stato informato il personale a bordo del treno, che pertanto ha attivato, in prossimità del passaggio a livello, la cosiddetta “marcia a vista”, a velocità assai ridotta. Inoltre, il guasto è stato risolto in mattinata. Sempre nella stessa nota si evidenzia che il codice strada impone “sempre la massima prudenza nell’approssimarsi ad un passaggio a livello”. “Per eliminare qualsiasi rischio – spiegano le Ferrovie del Sud Est – è necessario sopprimere i passaggi a livello”.

Immediata, la replica del sindaco Cacciapaglia: “Richiamare l’attenzione degli automobilisti dinanzi ad una tragedia sfiorata che invece richiede particolari indagini create da comportamenti assolutamente omissivi,  alla mia Comunità e all’utenza in generale, è semplicemente paradossale. Raccontarci poi che il personale di bordo era a conoscenza del guasto e che invece di avvertire immediatamente le istituzioni locali e la forza pubblica per il passaggio in sicurezza del treno si è fatto affidamento sul provvidenziale intervento di un fruttivendolo, vuol dire non avere rispetto dell’intelligenza del prossimo. Ora va a finire, leggendo alcune note, che la colpa è dei malcapitati automobilisti e che quasi è divenuta prassi il mancato abbassamento delle barriere al passaggio del treno”.

“Il tardivo e pretestuoso intervento da chi ha la responsabilità nell’accaduto non ci farà indietreggiare di un millimetro della nostra richiesta d’intervento della magistratura – spiega il primo cittadino di Parabita – rassicurando i cittadini che saranno attivate tutte le sedi ordinamentali non escluse quelle, come già anticipato, parlamentari perché chi ha responsabilità in questa paradossale vicenda che solo il caso ha evitato il ripetersi di un altro disastro ferroviario, trovi lavoro alternativo a quello già lautamente retribuito da noi contribuenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarre alzate al passaggio del treno, il sindaco replica alle Ferrovie Sud Est

LeccePrima è in caricamento