Cronaca

Scoperta una piantagione di quasi 1000 piante di marijuana: presi i “guardiani”

In carcere sono finiti un 29enne e un 23enne sorpresi dai carabinieri a vigilare l’area nei pressi del Campo Panareo. Un arresto per droga anche a Matino. Ad Andrano, invece, finisce nei guai per la detenzione illegale di un fucile a pompa e di cartucce, un 42enne incensurato

LECCE - Vigilavano una piantagione di quasi mille piante di marijuana, per la precisione 969, e per loro si sono aperte le porte del carcere. A varcare il cancello di “Borgo San Nicola”, nelle scorse ore, sono stati Imer Alimovic, di 29 anni, e Mirko Toskic, di 23. L’arresto è stato eseguito nella notte, dopo che i carabinieri della sezione operativa della compagni di Lecce hanno sorpreso i due uomini a fare da guardia alla piantagione, nei pressi del campo sosta Panareo.

In seguito all’intervento dei militari, eseguito con il supporto del personale della sezione radiomobile e delle stazioni di Lecce principale, Santa Rosa e Lizzanello, le piante sono state sottoposte ad accertamenti per valutare il livello del principio attivo e sottoposte a sequestro per la successiva distruzione che sarà eseguita con l’ausilio dei carabinieri forestali.

Il video: i carabinieri nella piantagione

Informato dell’episodio, il magistrato di turno, la pubblico ministero Giorgia Villa, ha disposto la misura cautelare in carcere per il reato di coltivazione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.Nelle prossime ore, gli indagati (difesi dagli avvocati Stefano Stefanelli e Paride Marti) si presenteranno davanti al giudice per le indagini preliminari per l’interrogatorio di convalida.

E sempre per droga, ieri, è finito nuovamente nei guai Marco Scupola, 36enne di Matino, che era ai domiciliari da soliDROGA MATINO-3 due giorni.

Nel secondo sopralluogo, i carabinieri del Nor- sezione operativa della compagnia di Casarano l’hanno trovato in possesso di un involucro con 29,2 grammi di cocaina, conservato in un recipiente dove c’era del riso (nella foto in pagina).

Solo ventiquattr’ore prima i militari, in seguito alla perquisizione domiciliare e personale disposta nei suoi riguardi, avevano scovato e sequestrato 15,3 grammi, sempre di cocaina distribuita in 38 involucri, e 10,7 di marijuana, custoditi in altre due buste e la somma in contanti di 205 euro.

Fino a ieri, invece, non aveva avuto grane con la giustizia un 42enne di Andrano. E’ stato arrestato (ai domiciliari) dai carabinieri di Spongano per detenzione illegale di armi e munizioni perché in casa avrebbe custodito, senza autorizzazione, un fucile a pompa calibro 12 con matricola abrasa, marca “Maverick” e 49 cartucce dello stesso calibro.

ARRESTO SPONGANO(1)-6

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta una piantagione di quasi 1000 piante di marijuana: presi i “guardiani”

LeccePrima è in caricamento