Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Scoprire l'infinitamente piccolo, una scuola a Lecce

Da lunedì 10 dicembre fino a venerdì 14 l'Università leccese ospiterà un evento unico nel panorama scientifico nazionale: la Scuola avanzata di microscopia elettronica a scansione organizzata dal Cnr

Microscopio a scansione

Da lunedì 10 dicembre e fino a venerdì 14, Lecce ospiterà un evento unico nel panorama scientifico nazionale: la Scuola avanzata di microscopia elettronica a scansione in scienza dei materiali, diretta dai professori Massimo Catalano, del Cnr-Imm di Lecce ed Elvio Carlino, del Cnr di Trieste. L'organizzazione dell'evento è a curata dal Cnr-Imm di Lecce, insieme con la Sism (Società italiana di scienze microscopiche), in collaborazione con l'Università del Salento (dipartimenti di Fisica e Ingegneria dell'innovazione, Cnr-Ibam e il Cnr-Ifc di Lecce). La microscopia elettronica a scansione, settore nel quale a Lecce esiste da anni un valido e dinamico team di esperti, si ripromette di svelare i misteri della natura attraverso un fascio di elettroni che analizzano con elevatissima risoluzione tutti i più piccoli segreti delle superfici dei materiali, sia dal punto di vista morfologico che strutturale.

"Numerosissime sono state le richieste di partecipazione alla nostra scuola organizzata presso il Cnr", ricorda uno dei direttori, Massimo Catalano, che sottolinea: "La provenienza dei partecipanti è eterogenea e copre settori che vanno dall'industria al mondo della ricerca pubblica e privata. Nella nostra scuola gli strumenti utilizzati nelle esercitazioni pratiche sono ben sei, grazie anche alla collaborazione delle maggiori ditte del settore e alla elevata concentrazione nel campus dell'Università del Salento di strumenti, unica nel panorama nazionale. In questo modo ogni partecipante potrà interagire al meglio con il microscopio elettronico a scansione. In nessun'altra parte d'Italia è infatti possibile, in una struttura di tipo pubblico e quindi accessibile liberamente, avere una tale concentrazione di strumenti di punta, e consentire quindi la massima fruibilità delle esercitazioni sperimentali ai partecipanti". Catalano spiega, inoltre, le differenze sussistenti fra microscopio elettronico e microscopio ottico: "Nella microscopia ottica per indagare le proprietà del materiale viene utilizzato un fascio di luce. Nella microscopia elettronica si inviano sulla materia elettroni, che, grazie alle loro proprietà corpuscolari ed ondulatorie, consentono di andare ad osservare tutta una serie di dettagli con una risoluzione di livello atomico".

La Scuola teorico sperimentale di microscopia elettronica a scansione del Cnr vedrà la partecipazione di docenti selezionati tra gli esperti di microscopia elettronica provenienti da tutta Italia. L'inaugurazione ufficiale si terrà lunedì 10, alle 12, presso la Sala conferenze del Cnr- Ifc di Lecce, presso il Campus universitario Ecoteckne, sulla via di Monteroni. Parteciperanno il magnifico rettore dell'Università del Salento Domenico Laforgia, il direttore del Cnr di Lecce Pietro Siciliano, il direttore del dipartimento di Ingegneria dell'innovazione, Lorenzo Vasanelli ed il direttore del dipartimento di Fisica Francesco Strafella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoprire l'infinitamente piccolo, una scuola a Lecce

LeccePrima è in caricamento