menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Liceo Palmieri di Lecce

Il Liceo Palmieri di Lecce

Seconda prova d’esame per la maturità 2015. I salentini tornano sui banchi

Tacito ed il calcolo dei costi per un operatore telefonico, oltre all'analisi di una funzione tradizionale, al centro delle prove per gli studenti di Classico e Scientifico. Temi specifici per ogni indirizzo di studio. Gli studenti ora guardano preoccupati alla terza prova

LECCE – I maturandi delle scuole salentine, così come in tutta Italia, sono tornati oggi sui banchi di scuola per affrontare la seconda prova dell’esame di Stato. Quella scritta, specifica per ogni indirizzo di studio. Non la più difficile probabilmente (manca infatti la terza prova a quiz che sta tenendo tutti sulle spine), ma certamente più insidiosa del tema d’italiano affrontato ieri.

I ragazzi dei licei classici si sono cimentati con la traduzione di una versione in latino, tratta da “Gli ultimi giorni di Tiberio” di Tacito. Il ministero ha scelto uno tra gli autori più temuti dai maturandi, così come dimostrato dai sondaggi realizzati dai siti specializzati. Il testo, poi, tratto dagli Annales, presentava non poche ambiguità e non è sembrato di immediata comprensione, così come confermato dai maturandi del Liceo “G. Palmieri” di Lecce, all’uscita dalle aule. “La traduzione era tutt’altro che semplice – hanno spiegato alcuni ragazzi al termine della prova -: 16 righe di Tacito, completate da un antefatto. Ci aspettavamo un brano difficile, non siamo rimasti sorpresi, ma sempre meglio della versione di greco e la commissione d’esame, sia ieri che oggi, ci ha permesso di lavorare in un clima tranquillo e disteso”.

Gli amici del liceo scientifico Cosimo De Giorgi, distante qualche centinaio di metri, si sono divisi tra due tipologie distinte del classico problema di matematica. La maggior parte di loro sembra aver scelto la traccia più tradizionale e che ispirava maggiore sicurezza in virtù di una lunga preparazione: quella che verteva sullo studio di una funzione. “Il problema era piuttosto complicato ma siamo riusciti a risolverlo in metà tempo – conferma Davide Natale di Lecce - . La seconda traccia è stata scartata nella maggior parte dei casi perché si tratta di una novità comunicata a marzo: il tempo per esercitarci è stato ridottissimo e nonostante l’aiuto di alcuni professori che ci hanno aiutato con lezioni pomeridiane, non ce la siamo comunque sentita”.licei lecce 005-2

La seconda tipologia di problema legava, infatti, lo studio matematico all’analisi di una problematica reale: in questo caso si chiedeva di calcolare ed ottimizzare i costi di un operatore telefonico. La traccia è stata svolta da pochi ragazzi, nell’istituto De Giorgi, tra cui Francesco Ingrosso che ha spiegato di non aver trovato difficoltà nonostante la novità introdotta dal Miur sia fresca di pochi mesi.

Questa seconda giornata d’esame si è declinata in forme diverse a seconda delle varie tipologie d’istituto: i ragazzi dell’alberghiero hanno affrontato un tema sull’obesità, mentre l’educazione dei giovani, attraverso il lavoro, è stata la traccia scelta per Scienze umane. Negli istituti di Economia aziendale (amministrazione finanza e marketing) il tema da trattare verteva sul calcolo dello stato patrimoniale e sull’analisi dell’andamento di gestione, l’analisi di un business plan e di un bilancio. Gli studenti di Informatica e telecomunicazioni hanno svolto quesiti su linguaggio Sql, interfaccia web, pubblicità online e community web. Un pezzo dedicato al cibo è stato proposto, infine, ai ragazzi del Linguistico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    La questura informa: proroga permessi di soggiorno

  • Cucina

    Trìa, pasùli e mùgnuli: la ricetta della signora Laura

  • Fitness

    Rassodare il seno, ecco gli esercizi da fare

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento