Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Sensori manomessi, ma sfuma il colpo dei ladri da Trony

L'allarme alle 22,09. La pattuglia della Sveviapol s'è fiondata sul posto in una manciata di minuti. Trovati cavi elettrici scollegati e magneti rimossi sulle barriere. Locale presidiato fino all'alba

Foto di Giulio Paliaga.-27

LECCE - Se qualche settimana addietro all'Aligros il colpo è riuscito (danno: 30mila; rubati formaggi), questa volta, il furto, escogitato per svuotare i magazzini Trony, è andato a vuoto. Fatto più che singolare: i due complessi distano fra loro una cinquantina di metri.

I locali commerciali che sorgono sulla provinciale Lecce-San Cesario sono sempre più nel mirino di bande di malviventi e anche questa volta, il bottino sarebbe stato di valore ingente, considerato il tipo di merce custodita: televisori, computer, elettrodomestici di vario tipo.

L'allarme è scattato alle 22,09 ed una pattuglia della Sveviapol s'è fiondata sul posto nel giro di tre minuti. Il primo controllo del perimetro esterno non ha permesso di notare segni particolari. Tuttavia, la guardia giurata ha preferito non lasciare nulla d'intentato ed ha contattato, tramite centrale operativa, il responsabile del centro commerciale per una verifica più approfondita.

E' così che si è scoperto che i sensori delle barriere erano stati manomessi, scollegando cavi e divellendo i magneti. I ladri, che probabilmente erano appostati ancora nelle vicinanze all'arrivo della vigilanza, avevano evidentemente messo in atto solo la prima parte di un piano che, si può ipotizzare, più complesso, al quale avrebbero fatto seguito un'effrazione delle porte e poi la fuga a bordo di qualche mezzo. Per motivi di sicurezza, le pattuglie della Sveviapol sono così rimaste sul posto per tutta la notte, fino all'apertura del mattino, a presidio dei locali.

Surbo: ruba alimentari dal centro commerciale, denunciato
Nel pomeriggio di sabato, invece, a Surbo, i carabinieri della stazione locale hanno denunciato a piede libero, per furto aggravato, DC., un 38enne di Nardò. Tutto è partito da una segnalazione del personale di vigilanza del centro commerciale "Mongolfiera". Il piano escogitato è risultato alquanto grossolano: approfittando del servizio "salvatempo spesa e via" che permette di evitare la coda alla cassa con uno scontrino "fai da te", questi avrebbe fatto passare sotto il lettore ottico solo parte dei prodotti che aveva nel carrello.


Il fare sospetto dell'uomo non è passato però inosservato: il personale di vigilanza ha segnalato la sua presenza ai carabinieri che, giunti sul posto, l'hanno colto in flagranza di reato. La merce non pagata era composta da alimentari e prodotti per l'igiene della persona del valore di 400 euro circa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sensori manomessi, ma sfuma il colpo dei ladri da Trony

LeccePrima è in caricamento