Non smontano i chioschi delle crêpe e scattano i sigilli per le strutture

Denunciati i quattro proprietari. Le attività, di carattere stagionale, si trovano nei pressi del ponte sul fiume Idro

OTRANTO – La mancata esecuzione dello smontaggio stagionale li fa diventare, di fatto, abusivi. E così, quattro chioschi adibiti alla preparazione delle crêpe, oltre che alla vendita di altri alimenti e bevande, nel pieno centro di Otranto, finiscono sotto sequestro. I sigilli sono stati apposti nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione e dalla polizia locale. Si tratta dei chioschi che sorgono nei pressi del ponte sul fiume Idro.  

I gestori sono stati tutti denunciati a piede libero per inosservanza delle norme in materia edilizia in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico. I quattro non sarebbero dunque provvisti allo stato attuale del titolo edilizio per mantenere aperti i chioschi.

Da qui, sono derivati i sigilli che si vanno ad aggiungere agli altri, già apposti nei giorni precedenti, ai pontili del porto, per i quali sindaco, giunta e responsabile tecnico sono stati a loro volta indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento