Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Sequestrata coltivazione di marijuana a ridosso del canale d'irrigazione

Una trentina di piante di marijuana mediamente alte due metri e mezzo erano state coltivate a ridosso di un canale per l’irrigazione nelle campagne di Scorrano. Il sequestro durante la mattinata da parte dei carabiniri

SCORRANO – Hanno bisogno di acqua, ma recarsi sul posto per innaffiare ripetutamente tutte quelle piante avrebbe esposto al rischio ignoti coltivatori di cannabis. Così, hanno pensato di coltivare una trentina di piante di marijuana a ridosso di un canale per l’irrigazione nelle campagne alla periferia di Scorrano, lontano dagli sguardi indiscreti, dove il terreno sempre umido e soleggiato avrebbe consentito la crescita rigogliosa degli arbusti.

Ed infatti, le piante individuate dai carabinieri della stazione locale durante un’attività di pattugliamento della zona, avevano raggiunto due metri e oltre di altezza. Dopo la scoperta, i militari hanno atteso qualche giorno prima di procedere all’estirpazione, con lo scopo di individuare chi avesse messo su la coltivazione.

E per raggiungere l’obiettivo si sono serviti anche di micro telecamere, che avrebbero potuto smascherare il “pollice verde” a lavoro. Ma cinque giorni di paziente attesa da parte dei carabinieri non sono serviti, perché durante questo periodo nessuno si sarebbe recato sul posto per la cura delle piante. A quel punto, il magistrato di turno della Procura di Lecce, informato dei fatti, ha disposto l’estirpazione e quindi il sequestro dello stupefacente. Ma le indagini per risalire ai responsabili continuano, sulla base anche di qualche sospetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrata coltivazione di marijuana a ridosso del canale d'irrigazione

LeccePrima è in caricamento