Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Sequestrati 56 chili di pesce in una ditta. Era privo di etichette e scadenza

I militari della capitaneria di porto di Gallipoli hanno apposto i sigilli a una grossa quantità di prodotti ittici, custoditi in una cella frigorifera di un'azienda di Taviano. La merce era priva di indicazioni sulla provenienza. Il titolare dovrà pagare mille e 500 euro

Il pesece sequestrato dai militari

TAVIANO - Prosegue senza sosta, l’attività di controllo sul prodotto ittico da parte della capitaneria di porto di Gallipoli su tutto il territorio salentino. A finire nella rete dei controlli, questa volta, la ditta “Gel gross” di Taviano, specializzata nella grande distribuzione di prodotti ittici congelati. Il personale della guardia costiera, dopo aver ispezionato le celle frigo del locale, hanno proceduto ad elevare al titolare della struttura, un verbale di illecito amministrato dell’ammontare di mille e cinquecento euro, sequestrando circa 56 chilogrammi di prodotto ittico vario congelato.

Oggetto del sequestro seppie, polpi, calamari, tranci di pesce spada, polpa di riccio, filetti di merluzzo, aragoste che, sprovvisti della prevista etichettatura e data di scadenza, non garantivano una adeguata tracciabilità lungo tutta la filiera.

L’attività dei militari continuerà, hanno fatto sapere dalla capitaneria, per scoraggiare e reprimere la commissione di questi illeciti, affinché venga sempre garantita all’acquirente, la possibilità di conoscere in ogni stadio, le caratteristiche del prodotto ittico venduto al dettaglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 56 chili di pesce in una ditta. Era privo di etichette e scadenza

LeccePrima è in caricamento