Cronaca

Tir con carico di frutta affiancato in strada: colpi di pistola

Il misterioso episodio, forse un tentativo di rapina, sul quale stanno indagando i carabinieri della compagnia di Maglie, è avvenuto poco prima delle 4 di questa mattina, sul tratto di statale che collega Soleto a Galatina

 

SOLETO – Inseguito e affiancato da una berlina, a quanto pare una Fiat Croma di colore blu, e poi fatto oggetto di colpi di pistola, tanto da scalfire, senza però infrangerlo, il parabrezza. Il misterioso episodio, forse un tentativo di rapina on the road, sul quale stanno indagando i carabinieri della compagnia di Maglie, sarebbe avvenuto poco prima delle 4 di questa mattina, sul tratto di statale che collega Soleto a Galatina. Al momento, però, non sembra che vi siano ulteriori testimoni e tutta la ricostruzione è affidata proprio alla denuncia sporta dall’uomo.

Era proprio Galatina la destinazione ultima del trasportatore, un 50enne di Bari, che dal capoluogo pugliese stava portando presso un deposito della città salentina un carico di frutta. Improvvisamente, però, dalle sue spalle sarebbe spuntata l’auto, con alcune persone a bordo (di numero non precisato) che avrebbe cercato, con diverse manovre azzardate, di far accostare il mezzo.

Tuttavia, la vittima non si sarebbe lasciata intimidire ed avrebbe proseguito la corsa, fino a generare la risposta dei malviventi. Da un finestrino sarebbe spuntata una mano armata, che avrebbe fatto fuoco forse per un paio di volte. Ma neanche in questo caso il 50enne avrebbe arrestato la marcia, anzi, tentando a sua volta di speronare l'auto, e questo nonostante il fatto che i proiettili avrebbero lambito il cristallo. Gli occupanti dell’auto, a quel punto, avrebbero desistito dall’intento, dileguandosi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Soleto, dipendenti dalla compagnia di Maglie, e gli agenti di polizia del commissariato di Galatina.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tir con carico di frutta affiancato in strada: colpi di pistola

LeccePrima è in caricamento