Cronaca Porto Cesareo

"stelle senza fuochi". ovvero san lorenzo senza falò

Porto Cesareo: più di 60 persone, fra volontari e forze dell'ordine, hanno pattugliato la costa fino all'alba, scongiurando l'accensione di falò. L'iniziativa sarà ripetuta anche il prossimo anno

stellacad

Ha funzionato l'iniziativa "Stelle senza fuochi" fortemente voluta dall'amministrazione comunale di Porto Cesareo. Sessanta persone, fra carabinieri della compagnia di Campi Salentina, personale della guardia costiera di Porto Cesareo, polizia municipale, personale del corpo forestale di Gallipoli, vigili del fuoco, polizia provinciale, protezione civile, personale della marina protetta e volontari di Legambiente hanno pattugliato dalle 14 di ieri e fino alle prime luci dell'alba di oggi tutto il lungomare cesarino, da località "La Strea" fino a "Punta Prosciutto", contattando i turisti ed invitando tutti ad attenersi alla regola principale: niente falò sulle spiagge.

Il servizio è stato messo in atto per scongiurare l'accensione di fuochi che con il vento avrebbero potuto provocare gravi incendi in una zona ad alta densità turistica, ma anche per prevenire la presenza di campeggiatori improvvisati, controllare il traffico, prevenire furti, risse e liti. Il servizio è stato visto di buon occhio da parte dei villeggianti, che hanno rilasciato agli stessi operatori commenti positivi, anche se non sono mancati quei giovani delusi per non aver potuto accendere i caratteristici falò sotto il tetto di stelle, esprimendo un desiderio di fronte a quelle cadenti. Grazie a questo coordinamento di forze, non si sono registrati incidenti o particolari reati. Il servizio è stato coordinato dal tenente Sante Picchi della compagnia di Campi Salentina, che ha ricordato come importante sia stata anche l'attività a tappeto svolta dagli organi di informazione nei giorni scorsi.

"Il mio più vivo ringraziamento - ha detto Vito Foscarini, sindaco di porto Cesareo - a tutte le associazioni volontarie impegnate, ai cesarini ai turisti ed ai villeggianti che hanno scelto le nostre coste rispettandole con atti d'amore verso la natura proprio come avevamo più volte chiesto. Un grazie infinito a chi ha svolto come sempre con professionalità e spirito di servizio un grande lavoro, mi riferisco ai carabinieri, alla polizia di Stato, alla guardia forestale, alla guardia di finanza, ai bravi vigili urbani di Porto Cesareo e dell'Union Tre, alla guardia costiera, ai vigili del fuoco. E' stata una bella esperienza di promozione e tutela del territorio, è stata la notte di San Lorenzo con le stelle e sopratutto senza fuochi, coincisa come nelle nostre intenzioni solo e soltanto con il sano e giusto divertimento. Appuntamento all'anno prossimo con nuove idee e nuovi progetti per quello che diventerà un evento nell'estate di Porto Cesareo e mi auguro per tutto il grande Salento ".


"Abbiamo vissuto -confermano Maurizio Manna Legambienbete provinciale Luigi Acquaro Legambiente Porto Cesareo e Mino Buccolieri Cea - un'intera giornata a sostegno e tutela dell'ambiente cesarino sia con l'operazione fondali puliti che ha visto operativi in gran parte del litorale costiero sud di porto cesareo i tanti volontari di Legambiente sia grazie alla pulizia dell'isola dei Conigli sviluppata anche attraverso un'azione di accoglienza turisti e sensibilizzaione condotta da volontari con le colorate maglie gialle". Quest'ultima azione è stata ideata dal giornalista Gianni Ippoliti promossa dalla stessa amministrazione oltre che dalla Banca Monte dei Paschi di Siena 1473 e dal Cea". Ora a conclusione della lunga campagna ambientale cesarina la terza ed ultima fase, prevista per domenica 12 agosto con l'inaugurazione della sede del Cea presso la Torre Costiera di Torre Lapillo e la liberazione di esemplari di tartarughe specie "caretta-caretta" presso il Lido Orange Sun.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"stelle senza fuochi". ovvero san lorenzo senza falò

LeccePrima è in caricamento