Niente birra allo stadio: ordinanza recepisce direttive dell'Interno

Vietata la vendita di alcolici nel raggio di mille e 700 metri dal Via del Mare, da due ore prima a un'ora dopo l'evento sportivo

LECCE – Da domani niente birre allo stadio o bevande alcoliche di qualsiasi genere nel raggio di mille e 700 metri dall’impianto, a partire da due ore prima e fino ad un’ora dopo l’evento sportivo.  Il Comune di Lecce ha recepito con ordinanza sindacale, in vigore da oggi, le direttive del ministero dell’Interno.

Il divieto riguarda tutti gli esercizi, ma anche i circoli privati e i fast food autorizzati all’occupazione temporanea del suolo pubblico.Tutti dovranno esporre il relativo cartello con l’indicazione degli orari. Per ciò che riguarda i ristoranti, invecem il divieto è limitato alla sola eventuale attività di bar.

Il provvedimento interessa anche i venditori autorizzati di gadegt e articoli legati alle partite, come sciarpe e magliette: proibiti gli oggetti contundenti come la aste per bandiere. Divieto assoluto di commercio itinerante nel raggio di 200 metri dallo stadio nelle due ore antecedenti. In caso di violazione la sanziona va da 516 euro a 3mila 98.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento