rotate-mobile
Arrestati pochi giorni fa

Striscione pro ultras della Cavese al Via del Mare: interviene la Digos

Il messaggio affisso all’esterno dello stadio comunale Lecce esprime solidarietà per i tifosi campani sottoposti qualche giorno fa ai domiciliari per gli incidenti avvenuti lo scorso 22 maggio

LECCE – Uno striscione pro ultras della Cavese, sottoposti agli arresti domiciliari qualche giorno fa è apparso all’esterno del Via del Mare, a Lecce. Il messaggio di solidarietà, che potrebbe essere stato affisso già nella giornata di ieri, chiede la libertà per i tre tifosi campani. Sul posto, questa mattina, è intervenuta la Digos, per i rilievi del caso.

Nello specifico, i tre ultras della Cavese sono finiti ai arresti domiciliari (con un quarto sottoposto all’obbligo di firma), perché coinvolti – secondo la Procura di Nocera Inferiore che indaga – negli incidenti avvenuti lo scorso 22 maggio, nei pressi dello stadio comunale “Simonetta Lamberti”, in occasione dell’incontro di calcio “Cavese-Acireale”, valevole per il campionato Dilettanti.

I tre sono accusati di lancio di materiale pericoloso, resistenza aggravata e lesioni ai danni di poliziotti impegnati nel servizio di ordine pubblico. A svolgere l’indagine è stato il Commissariato di Polizia di Cava de’ Tirreni. C'è da ricordare che, in passato, le due tifoserie sono state gemellate. 

Qui l’articolo su SalernoToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscione pro ultras della Cavese al Via del Mare: interviene la Digos

LeccePrima è in caricamento