Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Tagli, ferite e bruciature alla compagna pur di farsi dare i soldi per la droga

Condanna a quattro anni di reclusione per un 34enne di Aradeo, che per anni ha picchiato, insultato e minacciato la convivente

LECCE - Pur di ottenere il denaro per acquistare la droga, ha aggredito in più occasioni la compagna, ferendola con un taglierino all’avambraccio destro e con una pistola ad aria compressa al gomito, spegnendole addosso delle sigarette. Una triste e dolorosa vicenda di violenze e soprusi famigliari.

Gianluca Albano, 34enne di Aradeo, ha per anni maltrattato la convivente. Per la donna percosse continue per futili motivi, anche con oggetti contundenti, ingiurie, minacce di morte, umiliazioni e tumefazioni. Un inferno di sofferenze fisiche e morali, consumate anche dinanzi ai figli minori, tanto da trasformare la convivenza in un continuo stato di terrore, fino all’abbandono dell’abitazione domestica e alla denuncia che ha dato via alle indagini culminate con l’arresto del 34enne a ottobre scorso.

Albano, assistito dall’avvocato Raffaele Benfatto, è stato condannato a tre anni in abbreviato dal gup Michele Toriello per una lunga serie di reati tra cui l’estorsione e le lesioni. L’accusa ha chiesto una condanna a quattro anni. Il 34enne, dopo aver trascorso tre mesi in carcere, si trova ora agli arresti domiciliari in una comunità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli, ferite e bruciature alla compagna pur di farsi dare i soldi per la droga

LeccePrima è in caricamento