menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Pomeriggio movimentato in via Marinosci dove un 33enne ha fatto irruzione nel negozio con una scacciacani intimando la consegna dell’incasso. Reazione della vittima con un coltello. Rapinatore rintracciato e arrestato dalla polizia. Denunciata anche una donna

LECCE - Il suo intento era di intimidire il cassiere con una pistola scacciacani e portare via i soldi contenuti in cassa, ma la reazione inaspettata della vittima lo ha costretto a desistere e a darsi alla fuga. Poco, dopo raggiunto dai poliziotti, è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina aggravata in concorso. Ad agire con lui, infatti, anche una donna, denunciata a piede libero per lo stesso reato. E’ finito nei guai nelle scorse ore Andrea Stampete, 33enne leccese, volto già noto alle forze dell’ordine, che nel pomeriggio ha fatto irruzione nel minimarket di via Marinosci a Lecce, gestito da cittadini extracomunitari, per tentare un rapina.

L’uomo, travisato da una mascherina chirurgica, occhiali e cappellino con visiera, piombato nel negozio ha minacciato il cassiere presente e brandendo una pistola (che in seguito si scoprirà essere una scacciacani, priva del tappo rosso) ha preteso la consegna dell’incasso. Per tutta risposta l’uomo minacciato, un cittadino dello Sri Lanka, non si è fatto intimidire e, anziché assecondare la richiesta del rapinatore, ha reagito istintivamente e con prontezza è riuscito ad impugnare un coltello, puntandolo verso il malintenzionato. Una reazione inaspettata che ha disorientato lo stesso rapinatore che a quel punto ha deciso di desistere dal suo intento e di darsi alla fuga, a piedi, per le vie circostanti.

E’ subito partita la chiamata e la segnalazione alle forze dell’ordine e sul posto sono giunte le Volanti della questura. Il cassiere del minimarket intanto aveva già fornito alla centrale operativa la descrizione del rapinatore e gli agenti si sono subiti posti alla ricerca del responsabile.

In brevissimo tempo Stampete è stato individuato, non lontano dalla zona della tentata rapina, ovvero in via Alessandria, e una volta fermato aveva ancora indosso la pistola scacciacani. E’ stato quindi portato in questura. Dalla visione dei filmati di videosorveglianza del negozio di via Marinosci i poliziotti hanno compreso anche che il 33enne non si era recato nella zona da solo, ma che ha agito in compagnia di una donna di anni 33 anni di Lecce, anche lei volto già noto, per la quale è scattata la denuncia. Ultimati tutti gli accertamenti di rito il pm di turno, Alberto Santacatterina, ha disposto per Stampete l’arrestato. E’ stato quindi accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola,

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento