Tentano invano di mettere fuoco all'automobile di un agente immobiliare

Provvidenziale è stato il passaggio di un ragazzo, che ha visto la fiammata innescarsi attorno a una Scénic e l'ha subito soffocata. Trovate nelle vicinanze due bottiglie con residui di benzina. Ignoto il movente dell'episodio. Indagano i carabinieri del Norm di Lecce

MARTIGNANO – L’auto s’è salvata. Praticamente i danni sono del tutto marginali e trascurabili, se si considera quello che avrebbe potuto comportare l’estensione delle fiamme, qualora avessero avuto la possibilità di propagarsi. Si starebbe parlando a quest'ora dell'ennesimo veicolo incendiato in provincia di Lecce. I casi, ormai, si stanno sommando con preoccupante frequenza. 

Un agente immobiliare di Martignano deve quindi oggi ringraziare un ragazzo che si è trovato a passare al posto giusto e nel momento giusto, nella tarda serata di ieri. All’improvviso, in via Galileo Galilei, ha visto una fiammata propagarsi attorno alle ruote di una Renault Scénic parcheggiata ai bordi del marciapiede e, istintivamente, ha subito agito soffocandola con i piedi. Di lì a poco, sarebbe poi arrivato anche il proprietario, che abita nelle vicinanze, per verificare di persona quanto avvenuto.

Una vicenda particolare, perché l’atto è sicuramente doloso, ma non è per nulla chiaro il movente. Il caso è al vaglio dei carabinieri del Norm di Lecce e della stazione di Calimera. I militari hanno sequestrato due bottiglie di plastica, contenenti residui di benzina. Erano state abbandonate frettolosamente dallo sconosciuto che, secondo quanto verificato, ha cosparso di liquido infiammabile tutte e quattro le ruote dell’auto ed ha innescato l’incendio, forse con un fiammifero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il provvidenziale passaggio del giovane ha impedito che l’attentato andasse a segno. Dal canto suo, la vittima delle “attenzioni”, persona peraltro incensurata, ai militari ha escluso di essere oggetto di tentativi di estorsione o che il caso possa essere riconducibile alla sua attività lavorativa. E’ chiaro però che i carabinieri non possono escludere a priori alcuna ipotesi, sebbene al momento la vicenda resti ancora ammantata di mistero.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento