Cronaca

Vende e acquista auto con l’assegno clonato. Denunciato salentino a Pavia

Un 50enne della provincia di Lecce è stato fermato dalla polizia della città lombarda con l’accusa di truffa

Foto di repertorio

PAVIA – Un salentino finisce nei guai a un migliaio di chilometri di distanza. A.V., un 50enne disoccupato,  originario di un piccolo comune del Tacco, è stato infatti denunciato dagli agenti della sezione volanti della questura di Pavia. I poliziotti, coordinati dal vicequestore aggiunto Luca Scolamiero, lo hanno infatti fermato nella città lombarda con l’accusa di tentata truffa.

L’uomo, infatti, avrebbe comprato un’autovettura da un concessionario pavese, pagando l’acquisto con un assegno clonato. Tutto è cominciato due giorni addietro, quando il salentino si è recato nella rivendita di veicoli, deciso per l’acquisto di un mezzo usato. Ha puntato dapprima un modello, per poi scegliere una Nissan Micra del valore di 4mila e 800 euro. Una parte è stata ceduta in contanti, quella restante invece è stata pagata con un assegno circolare.

Tutto nella norma fino a quando, gli amministratori del concessionario hanno ricevuto l’invito da parte dell’istituto di credito a bloccare la vendita di quella vettura. Il 50enne, infatti, soltanto pochi giorni prima aveva effettuato la vendita di un’altra auto, a una rivendita meneghina, ricevendo un assegno di 20mila euro che aveva poi clonato. Dopo aver aperto un conto corrente presso una banca di Milano, si è impossessato dei contanti e ha duplicato l’assegno: mezzi con i quali ha messo a segno il doppio raggiro.

I poliziotti lo hanno atteso presso il concessionario di automobili, al momento della consegna della Micra. Ma lo hanno accompagnato presso gli uffici della questura pavese dove, ricostruiti i due episodi, è stato denunciato. Nell’abitazione di pAvia in cui è domiciliato da qualche tempo, inoltre, gli agenti delle volanti hanno trovato traccia dei raggiri sia sul pc, sia su un cellulare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende e acquista auto con l’assegno clonato. Denunciato salentino a Pavia

LeccePrima è in caricamento