Cronaca

Traffico di droga tra Salento e Albania, inflitte otto condanne in abbreviato

L'inchiesta nata da un blitz del Goa della guardia di finanza nel marzo del 2013: a Melendugno sequestrati 20 chili di hashish

LECCE – Sono otto le condanne inflitte dal gup Carlo Cazzella nei confronti degli imputati coinvolti nell’inchiesta sui presunti componenti di un'organizzazione italo-albanese, dedita al traffico e allo spaccio di stupefacenti. Tutti hanno scelto di essere giudicati con il rito abbreviato.

SQUITTINO CARLO PER STAMPA-3Un anno e quattro mesi la pena inflitta a Daniele Balloi, 33enne di Melendugno; 2 anni e quattro mesi per Angelo Belfiume, 38 anni, di Melendugno; 5 anni e quattro mesi per l’albanese  Bilaj Bocaj, 48enne; 2 anni e sei mesi per Paolo Merico, 31 anni e Alessandro Migliorini 30 anni di Poggiardo. Tre anni e quattro mesi, invece, per Maurizio Miloso 45enne di Marano di Napoli.

VACCA CIRO (1)-4Quattro anni per Carlo Squittino 45enne originario della Campania ma residente a Castro. Un anno e dieci mesi per Andrea Petrachi, 49enne di Lecce. Rinvio a giudizio per e per Ciro Vacca, 61enne di Cavallino (arrestato di recente per il tentato omicidio del figlio).

Nel collegio difensivo gli avvocati Massimiliano Petrachi, Annalisa Prete, Luca Puce, Silvia Mauro e Giuseppe Giannaccari.

A dare avvio all’inchiesta il blitz eseguito il 19 marzo del 2013 dagli uomini del Gruppo operativo antidroga della guardia di finanza. Furono venti i chili di hashish sequestrati in un capannone alle porte di Melendugno. In manette finirono Giancarlo Squittino, Maurizio Miloso e Angelo Belfiume. Da lì, attraverso intercettazioni e una capillare attività d’indagine, si è sviluppata l’inchiesta che ha evidenziato i presunti traffici illeciti tra il gruppo salentino-campano e i referenti albanesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga tra Salento e Albania, inflitte otto condanne in abbreviato

LeccePrima è in caricamento