Cronaca Via Mogadiscio

Il camion dei rifiuti sprofonda in una buca, tragedia sfiorata

L'incidente all'alba di oggi nel piazzale all'interno del secondo polo di via Mogadiscio. Sul posto vigili del fuoco, municipale e carabinieri. Incolumi l'autista e due suoi colleghi. Erano entrati per svuotare i cassonetti

Foto di Antonio Quarta.

 

COPERTINO – Il camion della ditta d’igiene urbana comunale stava procedendo lento, nel suo giro quotidiano, ed era arrivato in una delle sue destinazioni mattutine, quando, all’improvviso, l’autista, Giuseppe Zizzari, 61enne, copertinese, ha letteralmente avvertito il suolo cedere alle sue spalle. Il camion ha iniziato a sprofondare, finendo per buona parte all’interno di una voragine apertasi nella pavimentazione, in un punto  evidentemente cavo al di sotto. Si tratterebbe di un vecchio pozzo per la raccolta delle acque reflue, sconosciuto all'ufficio tecnico comunale. Tanto che nelle prossime ore il sindaco Giuseppe Rosafio ordinerà approfondimenti.

Nessun ferito, per fortuna, ma s’è sfiorata una vera e propria tragedia, all’alba di oggi, a Copertino, in via Mogadiscio. L’inconsueto incidente è avvenuto all’interno del piazzale dell’istituto comprensivo statale “San Giuseppe da Copertino”, secondo polo. Insieme a Zizzari, che era alla guida del veicolo pesante, in quel momento erano presenti altri due suoi colleghi di lavoro. Ed il destino è stato clemente con tutti, per una serie di circostanze.

Erano circa le 6 del mattino, quando il camion ha fatto ingresso nell’area dell’istituto. I due colleghi di Zizzari, solitamente posti nella parte retrostante del camion, erano scesi per aprire i cancelli, seguendo poi il compattatore a piedi, con l’intenzione di sollevare e svuotare i cassonetti. Se si fossero trovati al di sopra, al momento del crollo, avrebbero rischiato di rimanere inghiottiti nella piccola voragine.

Per converso, miracolato è stato anche l’autista, proprio in virtù del fatto che il camion abbia iniziato a sprofondare dalla parte del cassone e non dalla testa. S’è quindi ritrovato a mezz’aria, senza riportare particolari conseguenze. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce, che in tarda mattinata, con un argano, hanno avviato le operazioni per estrarre il camion dall’apertura nel terreno, larga circa cinque metri e profonda non meno di quattro. Insieme con loro, gli agenti di polizia municipale e i carabinieri della tenenza.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il camion dei rifiuti sprofonda in una buca, tragedia sfiorata

LeccePrima è in caricamento