Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Travolse centauro sotto gli occhi del padre: patteggia

Ha patteggiato una condanna a 1 anno e 10 mesi di reclusione, per omicidio colposo, l'autista del mezzo coinvolto in un incidente nel giugno del 2010. La vittima un sergente dell'Aeronautica militare

La moto su cui viaggiava Tommasi.

LECCE - Ha patteggiato una condanna a un anno e dieci mesi di reclusione, per omicidio colposo, pena sospesa, Leonardo Chiriatti, 51enne di Lecce, l'autista del mezzo coinvolto nell'incidente stradale in cui morì, il 28 giugno 2010, Andrea Tommasi, 37enne originario di Calimera, sergente dell'Aeronautica militare in servizio presso il comando squadra aerea Centocelle, applicato per due mesi all'aeroporto militare di Brindisi. La sentenza è stata emessa in mattinata dal gup Giovanni Gallo.

La tragedia avvenne poco dopo le 19 sulla strada che da Caprarica conduce a Cavallino. La moto su cui viaggiava Tommasi, una Honda Hornet, si scontrò violentemente con un'autovettura, una Subaru alla cui guida era Chiriatti, che proprio in quel momento si stava immettendo sulla strada da una via secondaria. Violento l'impatto tra i due veicoli. La moto della vittima, che procedeva comunque a velocità elevata, terminò la propria corsa contro la fiancata sinistra della Subaru. Tommasi, fu sbalzato dalla moto sull'asfalto, cadendo rovinosamente al suolo. Tutto avvenne in pochi istanti, dinanzi agli occhi del papà del 37enne, che assistette impotente alla scena da una distanza di 20-30 metri. L'uomo, infatti, era alla guida della sua auto e seguiva a breve distanza la moto del figlio. I due stavano andando a Lecce per lasciare la moto dal meccanico.


Inutili si rivelarono i soccorsi prestati dagli uomini del 118, che cercarono in tutti i modi di rianimare il 37enne. Per lui, però, non ci fu nulla da fare. Le indagini furono affidate ai carabinieri della compagnia di Cavallino e gli agenti della polizia municipale che, attraverso i rilievi e le testimonianze, ricostruirono l'esatta dinamica dell'incidente mortale. Leonardo Chiriatti era difeso dall'avvocato Marcello Rizzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse centauro sotto gli occhi del padre: patteggia

LeccePrima è in caricamento