Sabato, 20 Luglio 2024
Comunità in lutto / Gallipoli

Troppo gravi ustioni e ferite: deceduto dopo due giorni il 65enne gallipolino

Non ce l’ha fatta Pasquale De Paolo vittima del grave episodio accaduto sabato in contrada Li Monaci all’estrema periferia di Gallipoli a ridosso della statale 274. L’uomo era stato investito dalle fiamme e stordito dalle esalazioni di fumo

GALLIPOLI - Il suo corpo ha lottato strenuamente per due giorni, poi ha ceduto alle gravi ustioni e agli irrimediabili danni interni cagionati dall’esposizione prolungata alle alte temperature. Non ce l’ha fatta, purtroppo, Pasquale De Paolo, il 65enne gallipolino rimasto vittima del grave episodio che si è verificato nella tarda mattinata di sabato scorso, in contrada Li Monaci, all’estrema periferia di Gallipoli a ridosso della statale 274.

L’uomo dopo i primi soccorsi del personale del 118 era stato trasportato presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù, già privo di conoscenza. Avendo riportato gravi conseguenze e anche ustioni di terzo grado in diverse parti del corpo, era stato trasferito d’urgenza presso il Centro grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi.

Purtroppo, in tarda mattina, il suo cuore ha cessato di battere e la notizia della sua scomparsa ha addolorato tutta la comunità gallipolina e la cerchia dei conoscenti più vicini all’uomo gioviale e conosciuto da tutti.

De Paolo, nella giornata di sabato, si era probabilmente recato nel terreno di sua proprietà per dare una sistemata alla zona recintata e per ripulire l’area dalla vegetazione e da scarti di potatura. Poi è accaduto l’imprevisto, e a causa delle fiamme, alimentate da qualche folata di vento, e dal fumo, il 65enne ha perso anche i sensi ed è rimasto seriamente ustionato.

E’ quanto hanno potuto appurare i sanitari del servizio di emergenza del 118 che poco dopo le 14 hanno raggiunto dal vicino ospedale “Sacro Cuore di Gesù”, la zona di contrada Li Monaci, all’estrema periferia della cittadina ionica a ridosso della statale 274 e dell’agricamper Parco degli Ulivi.

In un terreno della zona il 65enne gallipolino era rimasto in balìa delle fiamme e ferito a seguito dell’incendio che da qualche stoppìa si era poi alimentato. E con le fiamme che lo hanno raggiunto senza che il malcapitato riuscisse ad allontanarsi dal terreno.

Sul posto, oltre all’ambulanza del 118, si sono portati anche i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli, per spegnere l'incendio e impedire un’ulteriore propagazione del rogo, e i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo gravi ustioni e ferite: deceduto dopo due giorni il 65enne gallipolino
LeccePrima è in caricamento