Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca lungolago quinto ennio

Fiamme divorano un'abitazione estiva: nessuna effrazione, mistero sulle cause

Un vasto incendio ha devastato un’abitazione estiva a Torre San Giovanni, marina di Ugento. Il rogo s’è sprigionato nella notte appena trascorsa all’interno di una villetta a schiera di lungolago Quinto Ennio. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione. Forse un cortocircuito all'origine

Repertorio.

TORRE SAN GIOVANNI (Ugento) – Un vasto incendio ha devastato un’abitazione estiva a Torre San Giovanni, marina di Ugento. Il rogo s’è sprigionato nella notte appena trascorsa all’interno di una villetta a schiera di lungolago Quinto Ennio, la strada che percorre i bacini. L’appartamento è di proprietà di un imprenditore di Casarano, che s’è recato sul posto per constatare i danni, dopo l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento locale, e per essere ascoltato dai carabinieri della stazione ugentina.

E’ stato un duro lavoro, quello dei pompieri, durato diverse ore. Le fiamme, oltre a divorare suppellettili, potrebbero aver provocato danni anche alla struttura, al momento inagibile. Non di rado accade che incendi di questa natura (se non si tratti di veri e propri attentati), specie nelle località marittime, siano opera di ladri, che agiscono così per puro spirito vandalico, per ripicca quando la refurtiva sia poca o per nascondere tracce del loro passaggio.

In questo caso, però, i carabinieri e i vigili del fuoco hanno constatato che porte e finestre dell’abitazione erano saldamente chiuse. Nessun segno d’effrazione, dunque. Altro dato: il contatore era attivo e le luci esterne abitualmente accese. Non si escludere che tutto possa essere frutto di un corto circuito.          

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme divorano un'abitazione estiva: nessuna effrazione, mistero sulle cause

LeccePrima è in caricamento