Un'avaria e il peschereccio rimane incagliato all'imbocco del porto

L'incidente è avvenuto in mattinata a Torre San Giovanni. La barca liberata dopo l'intervento della guardia costiera, che s'è avvalsa del prezioso aiuto di altri due natanti

TORRE SAN GIOVANNI – E’ stato un cittadino, contattando la sala operativa della capitaneria di porto di Gallipoli all 1530, ad avvisare che qualcosa non andava. Un peschereccio, infatti, sembrava in forte difficoltà all’imbocco del porto di Torre San Giovanni, marina di Ugento, e poteva ben vederlo dalla costa.  

Sono così partite verifiche e poi il soccorso, per l’equipaggio dell’imbarcazione, di circa 10 metri. Le operazioni si sono concluse nella tarda mattinata. Il peschereccio era rimasta incagliato e in zona è stata inviata la motovedetta Cp 848. Da terra, invece, a dare manforte sono intervenuti sia un’automobile di pattuglia della guardia costiera gallipolina, sia i militari dell’ufficio locale marittimo di Torre San Giovanni.  

(Video: le operazioni)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le operazioni si sono svolte, peraltro, con il fondamentale l’aiuto di altri due pescherecci e solo alle 12,10, dopo diverse ore, si è riusciti a disincagliare la barca, che è stata poi ormeggiata. Gli occupanti, nessuno dei quali ha riportato ferite, sono stati convocati presso gli uffici per ricostruire la dinamica. Probabilmente, tutto s’è verificato a causa di un’avaria al timone.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento